Supercoppa, Mazzarri alla ricerca del riscatto 11 anni dopo

Il conto alla rovescia è già iniziato e a Riyad è tutto pronto per il taglio del nastro della Supercoppa Italiana in programma domani. Napoli e Fiorentina inaugurano la nuova edizione saudita della competizione e alla vigilia Walter Mazzarri ha presentato la sfida in conferenza stampa.

Mazzarri: “Il mercato non incide, penso solo al campo”

Un gennaio ricco tra Coppa d’Africa che ruba i protagonisti principali e il mercato che fa da sfondo il rischio di distrazioni dal campo diventa reale: “Il mercato non incide, penso solo a domani e se andrà bene a quella dopo. Sono abituato così da sempre, cerco anche di inculcare questa mentalità ai ragazzi. Venivamo da un momento in cui giocavamo bene, ma non siamo riusciti a raccogliere quanto meritato e quindi avevamo un po’ perso la fiducia, credo che questa vittoria ci abbia fatto bene”.

Il punto sugli infortuni

Panchina corta in casa azzurri e Walter Mazzarri fa il punto sulla situazioni infortuni: “Cajuste, al contrario di quello che pensavo quando è uscito dal campo, sono rimasto contento. Oggi dovrebbe provare e dovrebbe farcela, Zielinski mi sembra stia meglio e lo valuteremo stasera. Demme invece mi sembra abbia avuto uno stiramento al gemello, non penso gravissimo, ieri non si è allenato e difficilmente sarà a disposizione”.

La seduta di rifinitura è prevista nel pomeriggio, motivo per il quale Mazzarri lascia vuota la casella inerente al modulo. La possibilità di un cambio dal 1’ è comunque viva, seppur la risposta del tecnico alla stampa è stata chiara: Quello che ho pensato è bene lo tenga per me. Abbiamo avuto due allenamenti e l’ultimo è oggi. Lasciatemi il tempo di valutare: è vero che abbiamo provato qualcosa di diverso settimane fa, ma ci vuole un po’ di tempo. Credo rimarremo più o meno così”.

In chiusura di conferenza c’è spazio per un flashback che riporta alla mente la finale si SuperCoppa persa dal Napoli nel 2012, proprio con Mazzarri in panchina. “Effettivamente potrebbe essere una maniera per riprendere una storia. Quella fu una partita molto particolare, e non voglio dire altro per non fare polemica. Il Napoli da allora ha fatto passi da gigante, e con questo rendimento altalenante io spero che la partita possa restituire loro serenità”.