Milan, Pioli: “Le voci su Conte? Mi annoiano”

Due punti persi più che uno guadagnato. La sfida contro il Bologna ha lasciato l’amaro in bocca per il Milan di Pioli, che adesso parte alla volta di Frosinone in cerca di riscatto. Alla vigilia il tecnico rossonero ha presentato la sfida in conferenza stampa.

Pioli: “Bennacer a disposizione”

L’occasione è quella giusta per accorciare le distanze, approfittando del Derby in Italia di domenica. Per la sfida ai ciociari Pioli avrà nuovamente a disposizione anche Bennacer, rientrato in anticipo dalla Coppa d’Africa: “Conosciamo tutti le sue qualità, ci può dare tanto in intensità e qualità. Ha avuto un leggero infortunio con l’Algeria, ha ripreso con noi ieri e non può avere un grandissimo minutaggio, ma sta bene ed è a disposizione”.

Mercato a metà e difesa scoperta, poi i rumors su Conte

Mercato ambiguo quello condotto a gennaio per il Milan.  Il buco in difesa non è stato colmato ma il tecnico del Diavolo gira intorno alla questione spiegando la motivazione: “Non è arrivato un altro difensore perché le opportunità che si sono create sul mercato non rispondevano alle nostre e alle mie esigenze; cercavamo un difensore di livello e pronto, non da un altro campionato, non imparare la lingua… Non si è creata la possibilità di migliorare il livello dell’organico”. Persiste quindi l’emergenza difensiva, seppur Pioli tenta di spegnere ogni allarme: “Non è un problema di uomini, è una questione di organizzazione, comunicazione e intensità. Poi le caratteristiche di certi giocatori sono diverse rispetto all’anno scorso. Noi dobbiamo provare a fare un gol in più degli altri”.

Ormai sono sempre più diffusi i rumors che affiancano Antonio Conte alla panchina del Milan per la prossima stagione, ma l’attuale tecnico smorza presunte tensioni interne e spiega la propria visione: “Non mi dà nessun fastidio, un pochettino mi annoia, ma questo nel calcio moderno è abbastanza normale… Due colleghi hanno annunciato 5 mesi prima il loro abbandono di panchine prestigiose. Ciò che conta è che io e i miei giocatori vogliamo dimostrare il nostro valore fino a fine stagione, poi vediamo”.