Milan, ribaltone sul Frosinone e bottino pieno nel segno di Jovic

Il Diavolo torna a sorride a pieno. Dopo il mezzo passo falso a San Siro con il Bologna, allo Stirpe contro il Frosinone il Milan fa cassa e torna a casa con il bottino pieno. 90’ di calcio spettacolo in un match dal finale in sospeso fino all’ultimo. Un doppio ribaltone prima ciociaro e poi rossonero per un 2-3 finale che porta le firme di Soulé e Mazzitelli per i padroni di casa e Giroud, Gabbia e Jovic per gli uomini di Pioli.

Jovic letale, basta un minuto per siglare i 3 punti

Tre punti d’oro che portano il Diavolo solo a -4 dall’Inter capolista e -3 dalla Juventus, in attesa del Derby d’Italia che chiuderà la domenica di Serie A.

Entra e decide tutto lui, gli basta un solo giro d’orologio per essere letale, il protagonista è Luka Jovic. L’ex Viola è in forma smagliante e lo sta dimostrando in lungo e in largo, il primo pallone toccato diventa quello della vittoria, nonché del settimo gol nelle ultime 10 partite disputate dall’attaccante.

Soulé, è storia per il Frosinone

Le prime emozioni del match sono arrivate dopo 17’. Giroud di testa punisce i ciociari. Nemmeno 10’ più tardi ci pensa il solito Soulè a ristabilire la parità dal dischetto dopo un fallo di mano di Leao. Questo contro i rossoneri per Matias Soulé è il decimo gol in campionato. Alla sua prima, vera, stagione in Serie A, il gioiello di proprietà della Juventus ha stupito tutti: andando ben oltre le più rosee aspettative, arrivando in doppia cifra in Serie A, dopo 23 giornate. Mai nessun calciatore nella storia del Frosinone, aveva raggiunto questo traguardo nel massimo campionato italiano.

In avvio di ripresa gli uomini di Di Francesco ingranano la marcia e concretizzano il vantaggio al 65’. Mazzitelli imbeccato da Soulè supera Maignan per il provvisorio 2-1. Al Milan bastano poco più di 10’ per ottenere i 3 punti. Pioli fa rifiatare i suoi e la girandola dei cambi si dimostra perfetta per i rossoneri. Gabbia prima e Jovic poi per una vittoria che fa morale e consolida il terzo posto in classifica.