City, scontato solo in apparenza. Guardiola è nella storia

Il Manchester City ha conquistato ieri la quarta Premier League consecutiva. Un percorso brillante, quello dei citizens, che hanno provato a condurre più binari come nella passata stagione, ma in Champions si sono dovuti arrendere alla lotteria dei calci di rigore.

Questo è il 4° titolo consecutivo: non c’era mai riuscito nessuno prima d’ora. La grandezza di Pep Guardiola è sempre più rilevante: 6 Premier negli ultimi 7 anni, un dominio incontrastato che è come una netta scansione del tempo. L’Arsenal ci ha provato a più riprese, ma non è stato affatto possibile sbarazzarsi dei campioni.

La felicità di Guardiola dopo l’ennesima impresa: “Quando sono arrivato qui, se qualcuno mi avesse detto che avrei vinto sei campionati in sette anni, non ci avrei creduto. Gli avrei dato del pazzo. Con il Manchester United, il Liverpool, il Chelsea, con tutte queste squadre… Siamo rimasti senza Haaland per diversi mesi e Álvarez ha fatto un lavoro incredibile. Foden è un grande talento. Nel momento importante è stato decisivo. Abbiamo giocatori fantastici, ma con Foden abbiamo una marcia in più”.

Impostazioni privacy