WSOP 2024 AL VIA CON L’EMOZIONANTE CHAMPIONS REUNION!

Nel nuovo Horseshoe and Paris Hotel & Casino di Las Vegas (Nevada, Stati Uniti), la 55ma edizione del più importante e seguito festival pokeristico al mondo ha aperto le danze con i primi due eventi in programma. Uno è l’ormai classico $500 Casino Employees No-Limit Hold’em. L’altro è invece una novità in grado di offrire tanto spettacolo ed emozioni.

Si tratta del Champions Reunion No-Limit Hold’em Freezeout, torneo 8-handed che riunisce nello stesso field giocatori iscritti attraverso il buy-in da 5.000 dollari e vincitori del Main Event WSOP. Insomma, un fantastico mix tra amateur con elevata capacità di spesa, pro players del presente e più-o-meno vecchie glorie del poker. La ciliegina sulla torta è rappresentata dalla taglia messa sugli ex-world champs: chi ne elimina uno incassa il ticket per il Main Event WSOP 2024 (buy-in $10k).

Di taglie (o bounty) in questa prima edizione del Reunion ce ne sono 22 su 493 partecipanti. I nomi? Tom McEvoy (vincitore nel 1983), Koray Aldemir (2021), Brad Daugherty (1991), Ryan Riess (2013), Chris Moneymaker (2003), Johnny Chan (1987 e 1988), Daniel Weinman (2023), Jamie Gold (2006), Jim Bechtel (1993), Robert Varkonyi (2002), Greg Raymer (2004), Qui Nguyen (2016), Scott Blumstein (2017), Dan Harrington (1995), Huck Seed (1996), Greg Merson (2012), Berry Johnston (1986), Espen Jorstad (2022), Phil Hellmuth (1989), Joe McKeehen (2015) e John Cynn (2018).

Solo 7 di loro hanno raggiunto la qualificazione al Day2: il super veterano Harrington (15° nel count a fine giornata), Jamie Gold (22°), il campione del mondo in carica Weinman (34°), Merson (46°), McKeehen (69°), Seed (90°) e Nguyen hanno raggiunto la qualificazione al Day2. Quest’ultimo, però, ci è riuscito conquistando la vetta del chipcount, lasciandosi alle spalle 98 giocatori dopo aver imbustato 663.000 gettoni.

Impostazioni privacy