Atalanta, step dopo step. Perché non puntare alle stelle?

Il prossimo passo potrebbe essere quello più bello e affascinante. A Bergamo, forse, non ci crederanno, ma dopo che l’Atalanta ha conquistato con merito l’Europa League ora è lecito aspettarsi il compimento di uno step superiore. La permanenza di Gian Piero Gasperini è stata la prima vittoria della dirigenza orobica, che giustamente riparte dall’artefice di tutto ciò. E pensare che poco tempo fa il suo ciclo a Bergamo sembrava ormai al tramonto, ma un’oculata gestione del mercato e una clamorosa accortezza nella gestione dello spogliatoio hanno ribaltato la situazione a lavoro favore.

Nella prossima stagione è ovvio che l’asticella debba alzarsi, e perché non puntare alla vittoria del campionato? Ciò che soltanto pochi anni fa sembrava essere pura utopia ecco che adesso conserva un minimo di realtà, perché questa squadra ha dimostrato che con le idee e il gioco i risultati possono essere raggiunti, perché la batosta rifilata al Bayer Leverkusen non è nata per caso. Gasperini lo sa e per questo motivi ha chiesto alla dirigenza della Dea una squadra in grado di poter competere su ogni fronte. A Bergamo hanno dimostrato che i sogni possono diventare realtà, e allora perché non puntare alle stelle?

Impostazioni privacy