Polverone in Formula 1, Ferrari coinvolta: “Ci hanno copiato”

Manca oramai poco al prossimo Gran premio canadese, ma le recenti parole di un big del paddock fanno storcere il naso alla Ferrari

Il prossimo Gran premio del Canada potrebbe pesare parecchio per  le sorti di questo Mondiale che con la recente vittoria di Charles Leclerc a Monaco, forse, è diventato più avvincente del previsto. La prova sull’asfalto di Montreal vedrà protagoniste soprattutto le due rivali della Red Bull, ovvero Ferrari e McLaren.

Ferrari coinvolta, Scuderia attacca
Ferrari coinvolta, il big apre l’ennesimo polverone (Foto LaPresse) – Sportitalia.it

Le pressioni sono infatti tutte su di loro, alla Red Bull non spetta altro che superarle in termini di ritmo e velocità, ma non sarà facile come negli scorsi anni. Oramai sia Maranello che Woking hanno carpito diversi segreti della RB20 targata Milton Keynes: prove ne è l’ultimo Gp di Monaco dove addirittura la vettura di Perez e Verstappen perdeva decimi di secondo ogni volta che impattava con i cordoli.

A tale proposito Helmut Marko, consigliere della Red Bull, ha parlato proprio di Ferrari e McLaren sollevando diverse polemiche nel fine settimana canadese.

Red Bull, Marko non ci sta e attacca le rivali

La situazione non è proprio semplice da gestire, ma uno navigato come lui sa come maneggiare i momenti ardui. Helmut Marko ha esperienza da vendere e a Milton Keynes è considerato una sorta di totem: ogni volta che parla non lo fa a caso, e anche ora a ridosso del prossimo Gp ha le idee chiare.

Helmut Marko e il riferimento alla Ferrari
Helmut Marko parla della Ferrari (Foto Ansa) – Sportitalia.it

A Montreal non c’è stato per le prove libere – è stato insignito della Gran croce d’Oro in Austria per il suo lavoro nel mondo del Motorsport -, ma ciononostante non fa mai mancare il sostegno al suo pupillo, Max Verstappen, nella lotta contro i rivali.

Oramai la sfida tra le tre Scuderie è più che accesa: erano anni che la F1 non veniva caratterizzata da una imprevedibilità del genere. Per Marko, intervistato recentemente dalla testata austriaca ‘Kronen Zeitung’, tutto ciò è abbastanza normale in questo momento storico e in vista del rinnovo del regolamento del 2026.

“Abbiamo perso il dominio delle prime tre gare dato che la concorrenza (Ferrari e McLaren ndr) si è messa al passo al terzo anno di stabilità regolamentare: ha copiato e forse anche migliorato alcune cose”, ha detto il consigliere austriaco che con queste parole ha fatto riferimento velato sia alla Ferrari che alla McLaren. Poi continua affermando che tale dinamica è abbastanza normale e che non c’è “niente di cui vergognarsi”. 

Impostazioni privacy