Lewis Hamilton, altra penalizzazione in arrivo? Nuovo colpo di scena

175

Lewis Hamilton, altra penalizzazione in arrivo? Nuovo colpo di scena. Il pilota inglese si sta giocando punto a punto il Mondiale con Verstappen

Hamilton
Lewis Hamilton (Foto: Getty)

Mancano ancora sei gare al termine del campionato mondiale di Formula 1 e la lotta per il titolo è assolutamente aperta. A distanziare Lewis Hamilton e Max Verstappen ci sono solo sei punti e la netta sensazione che le prestazioni di Mercedes e Red Bull siano davvero quasi sullo stesso piano. Il quinto posto in Turchia per il ‘Re Nero‘ è stato davvero solo frutto del caso. Nonostante la partenza dall’undicesima piazza in griglia (per la sostituzione della parte termica della power unit) la rimonta fino ai primissimi posti era più che fattibile, vista la velocità espressa. Purtroppo la strategia con le gomme intermedie non è stata azzeccata e il sette volte iridato si è dovuto accontentare di limitare i danni dietro Leclerc. Entrambi i contendenti hanno ora montato il quarto motore della stagione, incorrendo già in penalizzazioni. L’affidabilità in questo ultimo scorcio di campionato potrebbe fare davvero la differenza, spostando gli equilibri.

LEGGI ANCHE >>> Formula 1, la Williams corre nel futuro: il nuovo progetto è clamoroso

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, l’ultimo omaggio è da brividi: tifosi in estasi

Lewis Hamilton, altra penalizzazione in arrivo? Il pilota inglese esclude l’utilizzo di un quinto motore

Hamilton Mercedes
Lewis Hamilton a bordo della sua Mercedes in Turchia (Foto: Getty)

Proprio parlando di questo, Hamilton ha voluto rassicurare i suoi tifosi, escludendo che da qui alla fine debba montare altre componenti nuove nella sua power unit. Intervistato da RacingNews365, l’inglese ha detto: “Non spreco energie su questa cosa del motore. Non è compito mio preoccuparmi di quella parte della vettura. Lascio che siano i ragazzi del team a concentrarsi e a pensarci. A quanto ne so è in buono stato, con la prima ho fatto sei gare e la seconda è ugualmente a disposizione. Abbiamo pure la terza e non credo sarà necessario montare un quinto motore“.

Poi ha aggiunto: “Ovviamente poi non sappiamo cosa accadrà, non possiamo prevederlo“. A sollevare qualche dubbio era stato dopo la Turchia lo stesso Toto Wolff, parlando di qualche strano rumore avvertito sul motore a combustione recentemente sostituito. Da lì il rischio di dover montare un quinto ICE (Internal Combustion Engine) e incorrere in altre 10 posizioni di penalità.