Inter-Juventus, il rigore manda su tutte le furie anche Massimo Moratti

257

Massimo Moratti, quello che può essere considerato il tifoso dell’Inter numero 1, commenta l’episodio del rigore che ha condizionato la sfida tra nerazzurri e Juventus

Massimo Moratti
Massimo Moratti, il presidente dell’indimenticabile Triplete dell’Inter (Getty Images)

La sfida tra Inter e Juventus non può essere considerata una partita normale. Da sempre alimenta polemiche che possono andare avanti per intere stagioni, a volte per anni.

Inter-Juventus, la polemica

Il pareggio della Juventus è arrivato al termine della partita su calcio di rigore, un intervento di Dumfries su Alex Sandro che molti tifosi dell’Inter hanno ritenuto opinabile se non eccessivo. Ma gli analisti di eventi calcistici ieri hanno considerato il rigore una responsabilità ingenua più di Dumfries che alla decisione arbitrale.

Della vicenda questa mattina ha parlato con Radio Rai anche Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, tifoso nerazzurro storico: “Quel rigore ha cambiato la partita e l’ha rovinata. L’episodio non mi è sembrato così grave da obbligare l’arbitro a intervenire”.

LEGGI ANCHE > Inter-Juventus 1-1, Highlights, Voti e Tabellino: pari e patta, tutti scontenti

Mourinho e Ibra

Moratti non è particolarmente convinto dal nuovo corso arbitrale: “Ci sono momenti in cui sembra quasi prendere il sopravvento una severità eccessiva anche se di solito gli arbitri tendono sempre di più a lasciare giocare la partita”.

L’ex presidente dell’Inter tuttavia è ottimista… “Il primo tempo è stato ottimo contro una Juventus che non ha fatto praticamente nulla. Con gli uomini giusti e l’atteggiamento giusto l’Inter ha tutti i mezzi per restare in alto e commettere al massimo livello”.

Moratti segue da vicino due protagonisti del suo Triplete, Mourinho e Ibrahimovic: “La sberla di giovedì in Europa è stata brutta e anche lui è rimasto esterrefatto. Mourinho aveva già avvisato che l’esaltazione era pericolosa a fronte di una d rosa corta. Ma ha mille risorse. Ibrahimovic ha sempre dimostrato di avere qualità straordinarie, è un miracolo che lui deve solo a se stesso, a un carattere eccezionale e a un fisico incredibile”.