Mercedes, Lewis Hamilton trema ancora: nuova penalità in Messico?

488

La difesa del mondiale piloti di Lewis Hamilton si fa sempre più difficile: in Messico potrebbe arrivare una nuova penalità per il britannico

Lewis Hamilton
Getty Images

La vittoria di Max Verstappen al Gran Premio degli Stati Uniti nell’ultima prova del mondiale Formula 1 è stata davvero un brutto colpo per Lewis Hamilton che, nonostante una gara molto aggressiva, non ha potuto far altro che limitare i danni.

Ora il britannico si trova a -12 dall’olandese e, quando mancano solo 5 gare alla fine della stagione, difendere il titolo si fa sempre più complicato. La Mercedes nelle ultime prove ha mostrato di aver fatto parecchi progressi, ma il tutto non è bastato per mettersi alle spalle la Red Bull di Verstappen.

Inoltre, così come già dichiarato dopo il Gran Premio di Turchia, la scuderia tedesca potrebbe ricorrere nuovamente alla sostituzione di una parte del motore sulla monoposto di Hamilton e questo comporterebbe una nuova penalizzazione in griglia.

LEGGI ANCHE: Hamilton, che mazzata dall’ex campione: il paragone imbarazzante

Mercedes, ipotesi nuovo motore per Lewis Hamilton: avverrà già in Messico?

Meccanici Mercedes
Getty Images

A preoccupare la Mercedes è la poca affidabilità delle Power Unit come dimostra il fatto che sulla vettura di Bottas si è già dovuto intervenire in più occasioni con il finlandese che si è visto comminare ben tre penalità in griglia di partenza (a Monza, Sochi ed Austin) nelle ultime gare.

Visto che il prossimo Gran Premio del Messico sembra essere comunque favorevole alla Red Bull, i meccanici e gli ingegneri del team sembrano concordare con il fatto di sostituire il motore nella prossima gara in modo da limitare i danni per poi lasciare libero Hamilton di giocarsi il tutto per tutto nelle ultime 4 prove del mondiale Formula 1.

LEGGI ANCHE: Formula 1, la minaccia di Toto Wolff: “Le statistiche non contano”

Del resto, per evitare di restare fuori dalla lotta in anticipo, è importante evitare qualsiasi tipo di ritiro da qui alla fine. Lo ha confermato anche il Chief Strategist della Mercedes James Vowles: “Stiamo cercando il giusto compromesso tra prestazione e affidabilità in questo finale di stagione. Uno zero dovuto all’affidabilità in gara sarebbe catastrofico in ottica rincorsa iridata, perciò stiamo cercando di gestire questa fase delicata nel migliore dei mod. Quello che talvolta può essere inteso come un sacrificio, come la penalizzazione di Bottas negli USA, potrebbe fare grandi benefici nelle gare successive”.