Diletta Leotta, dolore e speranza: “Il mio cuore è lì” – VIDEO

349

Diletta Leotta, dolore e speranza: “Il mio cuore è lì”. La conduttrice non ha perso le sue radici ed è vicina a chi adesso sta soffrendo

Diletta Leotta
(Instagram)

Le immagini di Catania sommersa dall’acqua, il dolore per le famiglie che hanno perso i loro cari e per chi in poche ore ha visto distrutti anni di lavoro, hanno fatto il giro del mondo. E sono state un colpo al cuore di chi quelle terre le conosce bene. Come Diletta Leotta che nel capoluogo è nata e ha vissuto a lungo.

Oggi la carriera l’ha portata lontano, vive stabilmente a Milano ma appena può torna a trovare la sua famiglia. E per questo ha voluto condividere sui social tutta la disperazione di chi non riesce a risollevarsi dopo i danni provocati dal maltempo che da inizio settimana ha colpito la Sicilia.

Un lungo post, corredato da alcune immagini per dire che il suoi cuiore è con i catanesi: “Li sono le mie radici, la mia famiglia. Conosco la città e la forza dei catanesi e quindi sono sicura che si rialzeranno in fretta. Ma quello che sta accadendo in queste ore, con l’ansia e le paure per il possibile arrivo di un uragano nel sud della Sicilia, come fossimo ai Caraibi, dovrebbe farci riflettere tutti sull’urgenza di prendere sul serio i rischi del cambiamento climatico e del dissesto idrogeologico. Spero che ne parlino a Roma nel G20. E, lasciatemi usare un incoraggiamento calcistico, Forza Catania!”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Diletta Leotta, l’emozione per l’attesa ricorrenza: Simona Ventura apprezza – FOTO

Diletta Leotta, dolore e speranza: in queste ore sta rivivendo una parentesi spiacevole

Nelle ultime ore però per Diletta sono arrivate anche altre notizie che la riportano ad una parentesi drammatica. Come spiega ‘La Repubblica’ infatti i sei presunti autori del furto in casa della conduttrice hanno chiesto il patteggiamento, con pene fra 3 anni e 2 mesi e 1 anno e 2 mesi di reclusione.

Diletta
Diletta Leotta (Instagram)

Sino accusati della rapina in casa di Diletta, avvenuta il 6 giugno 2020, ma anche in quella dell’ex fidanzata del fratello Mirko, Eleonora Incardona, solo qualche settimana prima. La proposta è stata avanzata nell’udienza davanti alla decima sezione penale del Tribunale di Milano e una decisione arriverà  il prossimo 3 dicembre.