Infortunio Spinazzola, l’annuncio gela Mourinho: “Previsioni sballate”

335

Infortunio Spinazzola, l’annuncio gela Mourinho: “Previsioni sballate”. Parla il chirurgo che a luglio ha operato il terzino della Roma

Leonardo Spinazzola
Leonardo Spinazzola (Foto: Getty)

La Roma è pronta a cambiare volto. Già durante la sessione di gennaio, alla cui apertura mancano esattamente due mesi, la squadra giallorossa subirà importanti modifiche tra cessioni e acquisti. Nonostante un bilancio sempre più sofferente (l’indebitamento finanziario ammonta a quasi 420 milioni di euro) il presidente Dan Friedkin ha garantito a Josè Mourinho almeno tre acquisti di peso per rendere più competitiva la squadra. In realtà i nuovi innesti dovrebbero essere quattro: oltre ai tre in arrivo dal mercato, lo Special One auspica il ritorno in campo di Leonardo Spinazzola.

LEGGI ANCHE>>>Spinazzola, c’è la data del rientro: quando tornerà a giocare

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Roma, Spinazzola operato: esito e tempi di recupero

Il ventottenne esterno mancino giallorosso, infortunatosi gravemente nel corso del match tra Italia e Belgio valido per i quarti di finale di Euro 2020, sta rispettando in pieno il protocollo di recupero previsto ma le indiscrezioni circolate un paio di settimane fa su un rientro in anticipo rispetto alla tabella di marcia sono del tutto prive di fondamento. A gelare in parte le speranze di Mourinho e dei tifosi della Roma è il dottor Lasse Lempainen, il chirurgo finlandese che a luglio ha ricostruito il tendine d’Achille di Spinazzola.

LEGGI ANCHE>>>Infortunio Spinazzola, parla il professore che l’ha operato: novità sul rientro

Mourinho
Josè Mourinho (Foto: Getty)

Infortunio Spinazzola, il chirurgo fissa i tempi del ritorno in campo: “Non prima di gennaio”

Il dottor Lampainen, in un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, fissa con una ragionevole approssimazione la data del ritorno in campo dell’esterno giallorosso: “Non possiamo indicare una data precisa per un infortunio così grave. Ma il protocollo per la rottura di un tendine su cui grava tutto il peso del corpo è di almeno sei mesi. A gennaio tornerò a Roma, o forse lui verrà a Turku, per l’ultimo controllo – puntualizza il luminare finlandese -. A quel punto, se tutto continuerà a procedere bene, si potrà passare alla fase agonistica. Che significa allenarsi con la squadra e poi piano piano entrare in partita“.