Formula 1 GP Messico qualifiche, Bottas guida la doppietta Mercedes

351

A dominare le qualifiche di Formula 1 in Messico è l’uomo che nessuno si aspetta, Valtteri Bottas che si lascia alle spalle sia Hamilton che Verstappen

Bottas ed Hamilton in prima fila in Messico (Getty Images)

Formula 1 Messico, il Bottas che non ti aspetti

Pubblico impressionante quello di Città del Messico, non meno di 120.000 persone assiepate su spalti gremiti in ogni ordine di posti. Scene da delirio di massa per Sergio Perez, idolo locale, tutto il pubblico e per lui.

Se le prove libere erano state un autentico calvario per entrambe le Mercedes, la terza e decisiva sessione delle prove di qualifica del gp del Messico dimostra una volta di più quanto le strategie possano pesare in questo intricato finale di campionato. L’impressione, infatti, è che sia Hamilton che Bottas giochino a nascondino per tutta la durata delle qualifiche, salvo poi gettare la maschera quando il cronometro comincia a farsi pesante.

Impressionante il salto di qualità dei due piloti Mercedes al primo giro veloce della Q3 con Bottas che si mette davanti a tutti lasciandosi alle spalle, a 145 millesimi, anche Hamilton. A quel punto e Verstappen che deve attaccare e farsi aggressivo. Finale di sessione entusiasmante con Perez che esce di pista sul più bello, distratto da un lungo di Tsunoda e Verstappen che nonostante un ultimo disperato assalto chiude al terzo posto dietro le due Mercedes. Poi Perez, Gasly, Sainz, Ricciardo e Leclerc, solo ottavo.

LEGGI ANCHE > MotoGP Algarve, Ducati fa il vuoto: Bagnaia e Miller davanti a tutti

La griglia di partenza

Nel corso della prima sessione delle prove bruttissima botta per Lance Stroll che perde il controllo della sua Aston Martin, finisce su una scia sporca e impatta in modo piuttosto violento contro le barriere di protezione. Auto semidistrutta, prove sospese per oltre 40 minuti e Stroll costretto ad andare al centro medico per un controllo più approfondito. Le sue condizioni non destano preoccupazioni, ma partirà dall’ultima fila.

In sesta fila, primo degli esclusi dalla Q3, un Vettel che va vicinissimo all’accesso tra i primi dieci. Dietro di lui Raikkonen, Russell, Giovinazzi e Ocon.

Domani alle 20 il semaforo verde di uno degli appuntamenti più importanti della stagione di Formula 1, tappa decisiva nell’intensissimo testa a testa tra Hamilton e Verstappen.