Lazio-Juventus, un big recupera in extremis: Sarri tira un sospiro di sollievo

158

Lazio-Juventus, un big recupera in extremis: Sarri tira un sospiro di sollievo. Il tecnico biancoceleste potrà schierarlo contro i bianconeri

Sarri
Il tecnico della Lazio Maurizio Sarri (Lapresse)

La lunga attesa sta per finire: ormai mancano solo più di 24 ore al primo dei tre big match della 13/a giornata di campionato. Non il più importante per la classifica, ma molto probabilmente il più atteso: allo stadio Olimpico di Roma, sabato pomeriggio, Maurizio Sarri alla guida della Lazio farà di tutto per battere la Juventus, la squadra da cui fu sedotto e abbandonato un anno e mezzo fa. Per il tecnico di Figline Valdarno si tratta di una sfida nella sfida, visto e considerato che sulla panchina bianconera siede il suo odiato rivale Massimiliano Allegri.

LEGGI ANCHE>>>Lazio, Immobile tiene in ansia Maurizio Sarri: gli aggiornamenti

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Lazio: ultimo regalo per Sarri, accordo ad un passo

Maurizio Sarri è infatti convinto che tre anni fa il suo Napoli meritasse ampiamente di vincere lo scudetto contro la Juventus di Allegri e ora culla il sogno di mandare in crisi il celebre collega. Le emozioni domani non mancheranno, nonostante qualche pesante assenza su entrambi i fronti: se i bianconeri dovranno fare a meno sicuramente di capitan Chiellini e di Federico Bernardeschi e quasi certamente di Paulo Dybala, anche in casa biancoceleste si mastica amaro. Ciro Immobile infatti non sarà della partita, nonostante i disperati tentativi di smaltire in tempo di record la forte contusione rimediata a un polpaccio.

LEGGI ANCHE>>>Lazio-Salernitana 3-0, Highlights, Voti e Tabellino: vittoria senza patemi

Pedro
Pedro attaccante della Lazio (Lapresse)

Lazio-Juventus, Sarri se la ride: Pedro recupera in extremis

Oltre a Immobile, Sarri ha rischiato di dover rinunciare anche a Pedro, l’attaccante più in forma di questo periodo. Il trentaquattrenne esterno spagnolo, scaricato dalla Roma l’estate scorsa come fosse una scarpa vecchia, nel corso dell’ultimo allenamento si era fermato a causa di una contusione alla caviglia.

Ma l’allarme per le sue condizioni è rientrato subito: l’ex Chelsea ha svolto regolarmente in gruppo la seduta di giovedì pomeriggio e sabato partirà dal primo minuto, pronto a guidare l’assalto alla rabberciata difesa della Juventus.