Duello Hamilton-Verstappen, interviene Masi: la decisione della F1

233

Michael Masi ha parlato chiaramente a tutti i piloti e ha spiegato la visione della federazione in merito al duello Hamilton-Verstappen

Hamilton-Verstappen
Lapresse

Il Mondiale di Formula 1 si appresta a vivere un finale davvero infuocato. Grazie alle ultime due vittorie consecutive di Lewis Hamilton ottenute a Losail ed Interlagos, infatti, il campionato piloti si è completamente riaperto con il britannico che si è riportato a sole 8 lunghezze di distanza da Max Verstappen.

Il duello Hamilton-Verstappen sta tenendo col fiato sospeso milioni di tifosi in tutto il mondo e finora ha regalato tantissime emozioni e soprattutto scontri al cardiopalma. Quando mancano solo due gare alla fine la sfida si fa sempre più avvincente ed incerta.

Una sfida che si gioca punto a punto e che non riguarda solo i due piloti in pista ma anche i rispettivi team che, a colpi di dichiarazioni polemiche, si stanno accusando a vicenda di irregolarità e manovre scorrette. Anche durante l’ultimo Gran Premio del Qatar non sono mancate le discussioni e così a cercare di porre rimedio alla situazione è intervenuto Michael Masi.

LEGGI ANCHE: Formula 1, Max Verstappen campione se: tutte le possibili combinazioni

Hamilton-Verstappen, Michael Masi spiega il punto di vista della federazione

I due sul podio
Lapresse

A far discutere parecchio è stata soprattutto la decisione della federazione di non penalizzare Verstappen dopo lo scontro in pista con Hamilton nel Gran Premio del Brasile. Non è passato inosservato, soprattutto dalle parti di casa Mercedes, il diverso trattamento nei confronti dell’olandese.

Così, durante il briefing con i piloti, Michael Masi ha preso la parola e ha risposto ai dubbi di Hamilton e dei suoi colleghi in merito alle regole d’ingaggio in Formula 1: “Penso che sia stato chiarito loro che cosa ci si aspetta – ha detto Masi al sito RacingNews365.com – penso che alcuni di loro siano d’accordo e altri no. È sempre così con ognuno di loro, sono stati in accordo o in disaccordo per tutto il tempo. Abbiamo dato loro una guida generale ma siamo stati anche molto chiari sul fatto che ogni singolo caso sarà giudicato in maniera specifica“.

LEGGI ANCHE: Ferrari, le parole di Sainz preoccupano i tifosi: cosa è successo in Qatar

Chissà se l’episodio in questione non porterà ad un nuovo scontro nelle ultime due gare del Mondiale che assegneranno finalmente il titolo e decreteranno un vincitore.