Ferrari, le parole di Sainz preoccupano i tifosi: cosa è successo in Qatar

191

Ferrari, le parole di Sainz preoccupano i tifosi: cosa è successo in Qatar. Lo spagnolo non è andato oltre il settimo posto al termine di una gara in sofferenza

Ferrari Carlos Sainz
Carlos Sainz in azione sul circuito di Losail con la Ferrari (Foto: LaPresse)

La doppia penalizzazione di Verstappen e Bottas aveva consentito a Carlos Sainz di scattare dalla quinta piazza nel Gran Premio del Qatar. Con Norris, Gasly e Alonso davanti, il podio sembrava poter essere un obiettivo alla portata (guarda caso poi centrato dal connazionale spagnolo). Invece la gara del #55 è stata tutt’altro che entusiasmante, con la magra consolazione di aver battuto il compagno di squadra Leclerc, ottavo sotto la bandiera a scacchi. Punti buoni in ottica Mondiale Costruttori, visto il 10° posto dell’inglese della McLaren e l’arrivo fuori dalla zona punti di Ricciardo. Troppo poco però per chi ambisce a diventare il terzo incomodo dietro a Red Bull e Mercedes. Il divario di prestazione mostrato sul circuito di Losail ha aumentato le preoccupazione a Maranello, perchè anche il nuovo motore non è apparso così performante su una pista davvero veloce.

LEGGI ANCHE >>> Formula 1, Toto Wolff perde la pazienza: “Questo è uno shock”

LEGGI ANCHE >>> Jorge Lorenzo, rivelazione clamorosa: “Rossi-Marquez? Tutta la verità”

Ferrari, le parole di Sainz preoccupano i tifosi: “E’ stata una gara noiosa”

Sainz
Carlos Sainz (Foto: LaPresse)

Proprio commentando l’esito del Gran Premio, Sainz non ha nascosto un pizzico di delusione: “Con la gomma media non avevamo un grande grip e questo alla partenza ci è costato un po’. Abbiamo deciso così ieri e lo sapevamo, è stata una gara difficile e poi abbiamo gestito le gomme. Abbiamo preso punti contro la McLaren che è stata troppo aggressiva, peccato ma va bene lo stesso. Avevamo paura di non arrivare alla fine con le gomme, poi ho spinto e abbiamo preso velocità“.

Il madrileno aggiunge“Forse potevamo andare più veloce, ma chi è stato aggressivo all’inizio ha pagato con la foratura. Alla fine è stata una gara noiosa per me, ma abbiamo raccolto il risultato giusto e il passo è stato buono”. L’espressione non era proprio il ritratto della felicità e ora la testa è già proiettata all’Arabia Saudita, dove si correrà per la prima volta domenica prossima.

Mattia Binotto ha annunciato nel post gara di ieri: “In Arabia si andrà molto veloce, sarà una pista diversa dalle altre e di difficile interpretazione”. I tifosi sperano di vedere un esito diverso.