Pallavolo, giocatore raggirato da una finta modella: truffa milionaria

112

Incredibile truffa ai danni del giocatore di pallavolo Roberto Cazzaniga che per anni ha versato soldi a una donna che credeva malata e che in realtà era inesistente

Roberto Cazzaniga Pallavolo
Cazzaniga in azione nei Giochi del Mediterraneo dove l’Italia vinse l’oro (Getty Images)

Ha creduto per quindici anni che i soldi con i quali aiutava una splendida donna brasiliana fossero le basi di una storia d’amore, ma il campione di pallavolo Roberto Cazzaniga era solo l’oggetto di una truffa.

Cazzaniga, il giocatore di pallavolo truffato

Un cuore d’oro e un braccio d’acciaio. Roberto Cazzaniga è un giocatore molto noto e molto amato dal grande pubblico della pallavolo.

Si tratta di uno dei professionisti più longevi del volley italiano. Cresciuto giovanissimo nella Pro Victoria Monza, si impose all’attenzione generale nella vecchia Asystel Milano che sfiorò uno scudetto con Montali in panchina. I compagni di allora lo avevano soprannominato ‘Virus’, nickname oggi un po’ ingombrante: perché quando entrava al servizio la sua battuta provocava spesso il raffreddore alla ricezione avversaria. Una delle battute più violente e precise della Serie A.

Cazzaniga ha vissuto per tanti anni tra A1 e A2 nel ruolo di opposto accumulando stagioni ed esperienze. Battuta potentissima, ottime doti offensive: oltre 7300 punti in Serie A con ben 662 ace. Azzurro con la nazioanle che vinse i Giochi del Mediterraneo nel 2009. Oltre venti anni di pallavolo ai massimi livelli.

A 42 anni Cazzaniga è ancora in piena attività, punto di forza di Gioia del Colle. Ma la vicenda che lo ha vede protagonista oggi non riguarda la pallavolo.

Anche lui, come molti altri uomini in questi ultimi anni per la verità, è finito nella rete di una truffa che ha dell’incredibile. Ma non è poi così isolata.

LEGGI ANCHE > Pallavolo, le Pantere dell’Imoco Conegliano sbranano il record del mondo

Roberto Cazzaniga Pallavolo
Roberto Cazzaniga con la maglia della BCC Castellana Grotte (BCC Castellana Grotte)

Una truffa allucinante

É  il 2004. Tramite un’amica comune Roberto conosce on line Maya, una splendida modella brasiliana, un rapporto virtuale ma reale, costante, continuo, quotidiano, durato per molti anni. Una ragazza bellissima ma con tanti problemi economici e di salute che Roberto risolveva con continui bonifici. Fino a dilapidare tutti i risparmi. Una truffa durata anni. Fino a quando Cazzaniga non si confidato con il fratello e con alcuni compagni di squadra che lo convincono a sporgere presentato denuncia.

Dietro al raggiro “l’amica” che aveva creato il link con la modella – che in realtà non esisteva, ed era uno dei tanti profili fake presenti sui social – il suo fidanzato e una terza donna che intascava i bonifici. Si parla di oltre 700 milioni.

La redazione de Le Iene ha fatto luce su questo raggiro svelando un mondo parallelo di rapporti che soprattutto durante la pandemia vivono on line e sui social. E che nascondono il rischio di truffe tristissime che si mascherano da rapporti umani e a volte sentimentali. La magistratura indaga. Roberto rimpiange i risparmi di una vita di fatiche agonistiche dilapidati. Sarà dura recuperarli. Ma questa indagine potrebbe portare alla luce decine di storie del genere, purtroppo sempre più frequenti