Eriksen, addio all’Inter: dove potrebbe giocare, le tre principali candidate

225

Eriksen e l’Inter si sono detti addio con la rescissione contrattuale comunicata dal club nerazzurro. Il fantasista danese potrebbe comunque tornare presto a giocare. Ecco le possibili ipotesi

Christian Eriksen
Christian Erikens (La Presse)

Una giornata triste per l’Inter e il calcio italiano. Christian Eriksen, da oggi, non è più un calciatore nerazzurro. Il fantasista danese non ha ottenuto l’idoneità sportiva, per la Serie A, a causa della presenza del defibrillatore sottocutaneo impiantatogli lo scorso giungo in seguito all’arresto cardiaco che l’ha colpito in campo durante il match degli Europei tra Danimarca e Finlandia.

Da allora sono passati 173 giorni. Eriksen si è ripreso e ha chiuso inevitabilmente una tappa della propria carriera nella quale è riuscito a vincere un trofeo, lo Scudetto, impresa che non gli riusciva dai tempi dell’Ajax.

Tuttavia, se nel campionato italiano la normativa vigente impedisce di concedere l’idoneità ad atleti nelle condizioni di Eriksen, altrove il danese potrebbe tornare in campo e ripercorrere quanto fatto dall’olandese Daley Blind che gioca nell’Ajax e nella nazionale olandese con il supporto del dispositivo salvavita.

LEGGI ANCHEEriksen, il comunicato sull’addio all’Inter

Eriksen, dove potrebbe giocare: le possibili pretendenti

La prima squadra a proporsi per ingaggiare Eriksen è stata l’Odense, club danese di Superliga nel quale Christian è cresciuto, militando nelle giovanili prima dell’approdo all’Ajax. In una recente intevista, il direttore sportivo dell’Odense ha confermato l’intenzione del club di ingaggiare Eriksen quando e se si sentirà pronto dopo il periodo di allenamento che il calciatore sta sostenendo proprio con l’ex squadra.

A proposito di Blind, chissà che Eriksen non possa proprio tornare all’Ajax, un’ipotesi di cui si parla da settimane, Non mancano le pretendenti anche in Premier League dove il danese ha già militato con il Tottenham. Agli Spurs, peraltro, Eriksen potrebbe ritrovare anche Antonio Conte che l’ha allenato all’Inter. Un’esperienza, quella con l’ex tecnico nerazzurro, cominciata in maniera deludente prima del definitivo inserimento dallo scorso inverno quando Eriksen, da titolare, ha contribuito da protagonista alla vittoria dello Scudetto nella seconda parte della stagione.