Dazn, la notizia che nessuno aspettava: gli italiani fanno festa

487

Dazn, la notizia che nessuno aspettava: gli italiani fanno festa. Nessun dubbio sul futuro insieme alla Serie A, ma ci saranno alcune novità

Quattro mesi di problemi e di critiche, ma Dazn ha saputo essere più forte anche se la collaborazione con TIM non ha dato per ora i risultati che entrambi si aspettavano. Ma non ci saranno cambi in corsa, anche se la Lega di Serie A più volte ha sollecitato la piattaforma streaming ad un cambio di marcia.

Giorgia Rossi giornalista Dazn (LaPresse)

Lo ha confermato Veronica Diquattro, chief revenue officer Europe di Dazn, intervustata dal settimanale ‘Milano Finanza’. Uno dei temi caldi è quello della doppia visione con un solo abbonamento sottoscritto, che la piattaforma voleva abolire ihn corsa anche se poi ci ha ripensato.

Per la prossima stagione però qualcosa cambierà: “Le nostre condizioni di servizio stabiliscono chiaramente che l’abbonamento è personale e non cedibile, la concurrency consente di vedere contenuti in contemporanea su più dispositivi. Dal nostro monitoraggio abbiamo invece riscontrato che la funzionalità è sfruttata in modo scorretto da utenti che mettono in vendita una delle due utenze”. E quindi “il nostro obiettivo resta sempre quello di fornire un’esperienza flessibile all’utente e quindi introdurremo abbonamenti modulabili in base alle diverse esigenze, per esempio con forme di sottoscrizione familiare».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Di Natale, attimi di terrore per l’ex Udinese: si è sfiorato il dramma

Dazn, la notizia che nessuno aspettava: resta il mistero sugli abbonati

Diquattro non svela quanti sono gli abbonati alla piattaforma quest’anno ma dice che è “una cifra soddisfacente e in linea con le nostre aspettative, così come lo sono i ritorni pubblicitari. Auspichiamo di rimanere partner della Lega a lungo termine. Siamo quasi alla fine del girone di andata e le problematiche fisiologiche di aggiustamento sono ormai da considerarsi superate”.

Operatore Dazn
(Getty Images)

E le voci di una possibile cessione ad un partener forte come Amazon che vorrebbe allargare i suoi interessi al calcio, non solo quello della Champions League? “Il nostro proprietario Access Industries crede fermamente nel progetto ed è pronto a supportarci in futuro. Detto questo, siamo una società ad alta crescita e quindi per definizione aperti a tutte le ipotesi e a tutte le opzioni sul tavolo”.