Antonio Conte, che mazzata: il verdetto sfavorevole al Tottenham

637

Dopo il bel pareggio in Premier contro il Liverpool, arriva una brutta notizia per Antonio Conte e il Tottenham

Antonio Conte
Antonio Conte (La Presse)

Un inizio al Tottenham di certo non facile per Antonio Conte. Arrivato sulla panchina degli Spurs per sostituire l’esonerato Nuno Espirito Santo, l’ex allenatore dell’Inter, oltre a riorganizzare la squadra ha dovuto fronteggiare anche problematiche extra calcistiche che, inevitabilmente, hanno condizionato il suo lavoro.

Il riferimento è al focolaio Covid che ha causato la positività di alcuni giocatori e membri dello staff del Tottenham. Un aumento dei contagi, purtroppo sperimentato anche da altri club di Premier League, che ha costretto la FA a rinviare due partite di campionato e la UEFA ad annullare il match decisivo di Conference League contro il Rennes che i londinesi avrebbero dovuto vincere per qualificarsi alla fase a eliminazione diretta della competizione.

Purtroppo per Conte e i suoi, la partita con il Rennes non sarà recuperata. Stamane, la Uefa ha ratificato la sua decisione che, come anticipato nei giorni scorsi, è stata sfavorevole per gli Spurs.

LEGGI ANCHECalciomercato Inter, assalto a un big: la risposta di Marotta

Tottenham, il verdetto della UEFA

La Uefa ha decretato la sconfitta del Tottenham contro il Rennes a tavolino per 0-3, condannando gli Spurs all’eliminazione. La decisione si è resa inevitabile anche a causa dell’impossibilità di recuperare la partita prima di febbraio con il calendario che non ha permesso di individuare una data utile.

Una beffa vera e propria per gli Spurs, una delle compagini favorite per la vittoria della Conference League. Al posto del Tottenham ad accedere alla fase a eliminazione diretta è il Vitesse, il club olandese contro il quale Conte aveva esordito, con una vittoria, sulla panchina dei londinesi. Il Vitesse contenderà la qualificazione agli ottavi di finale agli austriaci del Rapid Vienna.