Formula 1, Verstappen spiega le “onde” e lancia una nuova sfida

378

Gli ultimi giri di Abu Dhabi sono stati la sintesi di uno dei duelli più appassionanti della storia della Formula, Verstappen ne parla ancora ma senza polemiche

Max Verstappen
Max Verstappen, primo titolo mondiale (AP-Lapresse)

Si continuerà a discutere per anni degli ultimi due giri di Abu Dhabi, quelli che tra mille polemiche hanno consegnato il titolo mondiale di Formula 1 a Max Verstappen.

Formula 1, Verstappen e le onde

In queste ultime ore si è tornati a discutere delle cosiddette “onde”, l’andamento a zigzag di Max Verstappen. Forse per non tenere la scia a Lewis Hamilton o magari per innervosire il pilota inglese. In fondo si trattava del momento culminante nel corso del quale entrambi i piloti si giocavano l’intera stagione. Nel corso di una lunga intervista il team principal della Red Bull, Helmut Marko, ha raccontato alcuni retroscena circa i due giri decisivi.

“Temevamo che le onde di Verstappen potessero irritare la direzione di gara e abbiamo chiesto chiaramente a Max di non proseguire con quell’atteggiamento, che poteva essere pericoloso. La sua risposta è stata secca e dura: ‘sto solo tenendo calde le gomme’ ci ha risposto zittendoci….”. ha raccontato Marko.

LEGGI ANCHE >  Verstappen-Hamilton, clamoroso retroscena: “E’ stato entusiasmante”

Il futuro di Max

Una versione non molto diversa da quella che lo stesso pilota olandese, che al termine di quei due convulsi giri finali si è laureato campione del mondo, ha fornito nel corso delle conferenze stampa e delle interviste. Ospite d’onore della trasmissione Max Verstappen non ha voluto entrare sulle polemiche con Lewis Hamilton definendo il loro duello in pista “tutto sommato piuttosto leale” e cercando dunque di tranciare, una volta per tutte le polemiche, le speculazioni e i veleni di fine stagione.

Tuttavia, parlando della prossima stagione, Verstappen ha subito lanciato un nuovo guanto di sfida alla Mercedes: “L’anno prossimo cercherò di non aspettare l’ultimo Gran Premio per vincere il titolo. Ora sono rilassato e mi sto godendo il momento perché ho comunque realizzato il mio sogno ma il mio primo obiettivo è quello di vincere la prima gara e da lì di chiudere i conti per il titolo dell’anno prossimo quanto prima possibile”.