Valentino Rossi, grande sorpresa sotto l’albero: c’entra la Ferrari

450

Valentino Rossi, grande sorpresa sotto l’albero: c’entra la Ferrari. Nel futuro del campione pesarese c’è un annuncio che può cambiare tutto

Immaginate Valentino Rossi in pista vestito di rosso. La prima volta non è andata benissimo perché i suoi due anni con la Ducati sono ancora per entrambi una ferita aperta anche se era giusto provarci. Ma presto potrebbe succedere di nuovo perché il futuro del campione è tutto da scrivere.

Valentino Rossi Yamaha
(LaPresse)

Tutti sanno che Valentino, dopo aver appeso il casco da moto al chiodo almeno per la parte agonistica, sta pianificando il suo futuro a quattro ruote coperte nel Gran Turismo. La grande novità per concludere il 2021 però è un’idea che farebbe davvero saltare il banco, per dare un senso compiuto alla sua idea.

La Ferrari 488 ha vinto dappertutto, a cominciare dalla 24 Ore di Le Mans a quella di Spa-Francorchamps, finendo con il mondiale WEC (GTE Pro) e nel World Challenge GT3. Categoria importarti, ma non quella più prestigiosa del Gran Turismo mondiale E allora ecco l’idea: pensare anche a Valentino Rossi al volante di una ‘Rossa’ in pista dal 2023 quando la Scuderia di Maranello entrerà nel WEC.

Valentino Rossi con i piloti Ferrari ai tempi della Ducati (LaPresse)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> F1, la nuova Ferrari è in arrivo: svelata la data della presentazione

Valentino Rossi, grande sorpresa sotto l’albero: è arrivata la conferma ufficiale

Ne ha parlato oggi Antonello Coletta, responsabile delle competizioni a ruote coperte della Ferrari, intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’. Nel 2022 continueranno le gare con la 488, ma dalla stagione successiva debutteranno le Hypercar. “Dovremo sviluppare in parallelo la 296 e l’Hypercar. Sarà una stagione delicata, perché getteremo le basi del futuro. Diversamente dalla F1, l’Hypercar scenderà in pista a giugno, e completeremo 5-6 mesi di prove”.

Meccanici Ferrari
(Getty Images)

Poi però è passato al capitolo piloti. Grandi elogi per Alessandro Pier Guidi che quest’anno ha vinto a Le Mans e Spa: “Lui è un’eccellenza e meriterebbe una miglior considerazione. La nostra priorità è per i piloti che hanno già corso in GT, ma se ci fosse Giovinazzi disponibile lo terremo sicuramente in considerazione. Mick Schumacher ha già molto da fare, mentre abbiamo già parlato con Valentino Rossi. Sarà lui a scegliere cosa fare”.

L’ha detto così, senza rimarcalo, ma è certamente un nome bomba. E l’annuncio arriva a pochi giorni dalle parole di John Elkann, presidente della Ferrari. “Direi che la Ferrari si è meritata il WEC. Io per primo ho una foto, fatta al Mugello, che ho qui con me e di cui vado particolarmente orgoglioso: è un momento in cui siamo tutti insieme e si vedono tutte le persone che hanno permesso che tutto questo diventasse realtà”. Una realtà che prossimamente coinvolgerà anche Valentino.