Formula 1, arriva l’annuncio che cambia tutto: “Più duelli in pista”

306

Formula 1, arriva l’annuncio che cambia tutto: “Più duelli in pista”. I primi test stagionali confermeranno le previsioni dell’esperto?

Quasi impossibile rivivere nella prossima stagione tutte le emozioni che la Formula 1 ha regalato fino ad un paio di settimane fa, compreso il folle finale di stagione. Ma c’è lo stesso grande attesa perché il 2022 sarà l’anno del cambiamento totale nei regolamenti e quindi da tempo tutti i team stanno lavorando alle nuove monoposto, davvero sorprendenti.

(AP/LaPresse)

Solo i primi test stagionali a febbraio ci faranno capire chi abbia lavorato meglio ma intanto chi conosce bene la materia è convinto che ci saranno belle sorprese per il pubblico. A dirlo è Stefano Domenicali, ex team principal della Ferrari e da un anno CEO di Liberty Media che detiene i diritti della Formula 1. Quella che i aspetta sarà la stagione del cambiamento, ma in tutti i sensi.

“Chi dovrà inseguire – ha detto a motorsport.com – riuscirà a recuperare lo svantaggio in breve tempo. Ma è chiaro che in una stagione caratterizzata dal nuovo regolamento e dal budget cap ci potrebbero essere differenze di prestazioni tra le monoposto più grandi di quello che il pubblico possa attendersi. Tuttavia sono sicuro che, grazie alle limitazioni introdotte dal nuovo regolamento, in caso di grandi vantaggi di qualche team il divario sarà colmato molto rapidamente”. E poi la frase che fa sognare i fan: “L’obiettivo è quello di avere molti duelli in pista senza che i piloti siano condizionati dai limiti della vettura”.

Stefano Domenicali
Il presidente della Formula 1 Stefano Domenicali (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ferrari, clamorosa bocciatura per Leclerc: un ex dirigente lo stronca

Formula 1, arriva l’annuncio che cambia tutto: anche la Ferrari è pronta

Mattia Binotto la pensa come lui. Il team principal attuale della Ferrari pensa che anche partendo leggermente attardati rispetto alla concorrenza, ci sarà il tempo per recuperare. “Potrà capitare che ad inizio stagione ci sarà una differenza di prestazioni tra le varie monoposto a causa delle differenti interpretazioni regolamentari e delle soluzioni trovate”.

Binotto
Il tram principal della Ferrari Mattia Binotto (LaPresse)

Ecco perché “penso sarà importante è essere in grado di comprendere le proprie debolezze ed affrontarle rapidamente. La reazione della squadra sarà l’elemento chiave.
Non possiamo essere sicuri di avere una macchina competitiva fin dall’inizio, perché non sai mai cosa può accadere quando c’è un cambiamento di regole così importante”.