Futuro Eriksen, spunta un’ipotesi affascinante: lo vuole un allenatore italiano

190

Futuro Eriksen, spunta un’ipotesi affascinante: lo vuole un allenatore italiano. Il suo destino può decidersi nelle prossime settimane

Il 2022 per Christian Eriksen è cominciato con il sorriso. Sei mesi fa il campione danese ha rischiato la vita in campo per quel problema cardiaco che tutti conosciamo, ma il defibrillatore sottocutaneo che gli è stato impiantato ha cambiato tutto. Adesso sta tornando a fare la vita da atleta ma gli manca il campo.

Christian Eriksen
Christian Erikens (LaPresse)

Dopo aver ufficialmente rescisso il contratto con l’Inter a metà dicembre, Eriksen ha cominciato ad allenarsi insieme al Chiasso in Svizzera. Non sarà quello il suo futuro ma almeno gli hanno concesso un’occasione per rimettersi in forma e tornare a pensare al campo.

La domanda che tutti si fanno è una sola: da dove ricomincerà la carriera di Christian? Il suo problema fisico non gli permette di giocare in Italia, ma in campionati come quello danese e olandese invece sì. Così è anche in Premier League e per questo spunta una pista clamorosa per il suo futuro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, un big che piace ad Allegri scappa: furto in Serie A

Futuro Eriksen, spunta un’ipotesi affascinante: le parole che aprono uno scenario clamoroso

Londra è una città che Eriksen conosce benissimo, così come conosce bene l’ambiente del Tottenham. E su quella panchina da un paio di mesi c’è Antonio Conte che con lui all’Inter ha costruito pagine importanti. I due ci hanno messo un po’ a capirsi, ma da quando il danese ha saputo cosa fare e il tecnico italiano gli ha trovato la posizione ideale è stato un crescendo

Eriksen e Conte (ANSA)

E allora Eriksen al Tottenham si può fare? L’allenatore italiano è possibilista: “Per Christian le porte sono sempre aperte. Stiamo parlando di un giocatore importante, soprattutto di un uomo top. Non gli ho parlato recentemente, ma è bellissimo vederlo di nuovo su un campo di calcio che calcia un pallone. La scorsa estate ho avuto paura in quel momento, sono felice che abbia ricominciato”.