Djokovic, la pesantissima accusa dell’ex numero uno: scoppia la polemica

349

Djokovic, la pesantissima accusa di un ex numero uno: scoppia la polemica. Il tennista serbo continua a far discutere

La scelta di non vaccinarsi non è andata giù a molti dei suoi colleghi (ed ex). L’ultimo in ordine temporale a sparare grosso su Nole è il cileno Marcelo Rios.

Djokovic
Novak Djokovic (AnsaFoto)

Dopo una lunghissima attesa Novak Djokovic è pronto a tornare in campo. Lo farà nel secondo turno di Montecarlo, primo Master 1000 europeo sulla terra battuta, contro lo spagnolo Davidovich Fokina. Dopo aver saltato gli Australiana Open per l’annosa vicenda sul vaccino, l’ex numero uno del seeding è stato escluso anche dalla doppia trasferta americana a Indian Wells e Miami. Una serie infinita di punti persi rispetto allo scorso anno (dove ad esempio aveva vinto a Melbourne), che lo hanno portato ad essere scavalcato in vetta alle classifiche da Medvedev. Ora è il momento di pensare di nuovo al campo, con la speranza che nuove decisioni governative non lo estromettano da qualche altro grande appuntamento. La sua decisione sul siero anti Covid-19 è piuttosto chiara e non è cambiata nel corso dei mesi. L’esclusione dal primo Slam della stagione è diventata una questione di stato e in molti hanno voluto commentare il suo discutibile atteggiamento.

Djokovic, Marcelo Rios spara a zero contro di lui: “E’ il re della stupidità”

Marcelo Rios
Marcelo Rios (AnsaFoto)

Tra questi anche un ex numero uno del tennis mondiale, Marcelo Rios, che in quanto a stranezze e stravaganze non era davvero secondo a nessuno. In una recente intervista a La Tercera, uno dei più importanti quotidiani cileni, non è andato per il sottile.

E’ stato stupido. Rinunciare ai tornei e non diventare il migliore della storia per colpa di un vaccino. Inizialmente la pensavo come lui, ma poi ho riiniziato a viaggiare e ho dovuto fare le dosi. Non so quale sia il suo reale motivo, ma se stai cercando di essere il più grande di sempre e hai intenzione di buttare tutto al vento per alcuni vaccini, devi essere il re della stupidità“.

Rios Poi aggiunge un’ultima battuta: “Credo che in un primo momento fosse per paura, ma ora è troppo arrogante”. Insomma parole dure che di certo non avranno fatto piacere al tennista serbo.