Atp Montecarlo: Sinner cede a Zverev in extremis, il risultato

372

Atp Montecarlo, Sinner-Zverev si affrontano nei quarti di finale del Rolex Masters. La cronaca e il risultato del match disputato venerdì 15 aprile 

Sole splendente e il Campo Centrale tutto esaurito accolgono Sinner e Zverev per il terzo match dei quarti di finale dell’Atp di Montecarlo.

Jannik Sinner
Jannik Sinner (Ansa Foto)

Brutto inizio di primo set per l’azzurro che subisce un mini parziale di 13 punti a 0 che proietta Zverev sull’1-4. Sostenuto dal pubblico, Sinner entra pian piano in partita e riesce a recuperare il passivo agevolato anche dal tedesco che, nel sesto game sul 2-4, comette due doppi falli per il controbreak e il conseguente 4-4.

Le defaillance al servizio di Zverev si ripropongono sul 5-5. Arriva un altro doppio fallo, decisivo ai vantaggi, e Sinner si prende il secondo break che lo manda a servire per chiudere sul 6-5 in suo favore. Non sbaglia Jannik e con un ace esulta per il 7-5.

Uno scambio di break apre il secondo set poi è Sinner a commettere l’errore che lo indirizza dalla parte di Zverev. Sul 3-4; 30-30, Jannik sbaglia una facile volée in campo aperto da appoggiare solamente al di là delle rete. L’evitabilissimo errore manda Zverev a palla break, punto per il tedesco e in un attimo arriva il 3-6.

Sinner-Zverev, il terzo set

Alexander Zverev
Alexander Zverev (Ansa Foto)

L’andamento iniziale del secondo set è identico al precedente. Stavolta è Sinner a recuperare lo svantaggio per riportare il punteggio in parità, sul 2-2. A spezzare l’equilibrio è ancora una volta un doppio fallo. E’ Sinner a commetterlo sul 3-3; 30-40 e a regalare un break vitale a Zverev che lo conferma con un dritto prepotente, 3-5. Sinner vince il successivo game in battuta e si mantiene in partita. Nel nono game, sul 4-5, il Centrale è una bolgia per l’azzurro che si ritrova 30-40 con un prezioso break point a favore, sfruttato con un errore di Zverev su un lungolinea. Il tedesco guarda incredulo il suo angolo, è 5-5.

L’undicesimo game è una battaglia. Sinner fallisce due occasioni per il vantaggio, Zverev un break point. A spuntarla alla fine è l’azzurro che costringe il rivale a un turno in battuta decisivo per restare in partita. Non sbaglia, Alexander. Si va al tie break.

Sul 5-5, in risposta, Sinner sparacchia sul fondo un comodo dritto e si ritrova a servire per prolungare la contesa. Altro errore. Vince Zverev 7-5 in tre ore di gioco. Un grande Sinner cede con onore a un ottimo Zverev. Avrà tempo per rifarsi.