Sofia Goggia, parole sconcertanti: l’indignazione corre sui social

377

Sofia Goggia, parole sconcertanti: l’indignazione corre sui social. La 29enne sciatrice bergamasca, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Pechino, scatena una vibrante polemica

Ha staccato la spina al termine di una stagione decisamente intensa e sfibrante. Sofia Goggia, una delle sciatrici italiane più forti di sempre, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Pechino e vincitrice della Coppa del Mondo di discesa libera, si sta godendo un periodo di meritato riposo. Ma come spesso le capita, le sue prese di posizione sui più svariati argomenti fanno comunque discutere. Come ad esempio il duro e polemico botta e risposta dialettico con Maria Rosa Quario, ex sciatrice e mamma di una delle grandi rivali di Sofia Goggia, Federica Brignone.

Goggia
Sofia Goggia (Ansa)

E proprio nel giorno di Pasqua, la campionessa di discesa libera ha scatenato con le sue dichiarazioni una vibrante e accesa polemica che ha attraversato i social per quasi tutta la giornata. Nel corso di una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, nel rispondere alla domanda se nel mondo dello sci esistono omosessuali, Sofia Goggia ha avuto un’uscita non proprio felice.

Tra le donne credo che qualche omosessuale ci sia, mentre tra gli uomini direi di no. Del resto devono gettarsi giù dalla Streif di Kitzbuhel“. Nel giro di qualche minuto la frase incriminata ha tenuto banco sui social che hanno riversato addosso alla sciatrice orobica accuse e invettive di ogni tipo.

Sofia Goggia, in serata la rettifica: “Mi scuso con tutti”

Un’ondata di polemiche tale da costringere la diretta interessata a spiegare meglio la propria posizione in materia. Con un tweet pubblicato sul suo profilo Twitter, Sofia Goggia ha infatti chieso scusa a tutti quelli che si sono sentiti offesi dalle sue parole: “Mi dispiace e mi scuso con tutte le persone che si sono sentite offese per la frase che è uscita nell’intervista del Corriere che, sicuramente, quando l’ho pronunciata, non voleva essere di natura discriminatoria“.

Sempre nel corso della stessa intervista, Sofia Goggia si era espressa, in termini non proprio lusinghieri, sulla presenza di sciatrici transgender: “A livello di sport, un uomo che si trasforma in donna ha caratteristiche fisiche, anche a livello ormonale, che gli consentono di spingere di più. Per questo non credo sia corretto che partecipino alle gare di sci femminile“.