Sassuolo-Juventus 1-2, Highlights, Voti, Tabellino: sofferenza bianconera, Kean risolve

286

Ottimo Sassuolo contro la Juventus che al termine di una partita bella e a viso aperto strappa una vittoria importante

Poteva anche bastare un punto alla Juventus, considerando che tutte le dirette avversarie perdono.

Juventus Cagliari Kean
Kean firma il gol della vittoria della Juventus (AP LaPresse)

E per la verità in una serata in cui ci si sarebbe aspettato qualcosa di più, la Juventus si era limitata a un gol di Dybala lasciando brillare invece con almeno tre parate decisive Szczesny. Poi però a tempo scaduto Kean ha deciso di fare la differenza

Sassuolo-Juventus 1-2

La Juventus parte con la possibilità di capitalizzare la crisi del Napoli, sconfitto anche a Empoli: i bianconeri hanno la concreta possibilità di agganciare il terzo posto. Sassuolo che non ha molto da chiedere al campionato, in una posizione di classifica senza infamia e senza lode e con diversi giocatori in odore di partenza.

La partita

La Juventus fa inizialmente molta fatica a prendere quota contro un Sassuolo aggressivo e bene organizzato che gioca un primo tempo davvero eccellente. Trascinati da Berardi e Frattesi, estremamente intraprendente, gli emiliani si affacciano in modo decisamente molto pericoloso verso la porta di Szczesny. Conclusione a fil di palo di Raspadori, poi Frattesi, alto di testa e di pochissimo su azione di calcio d’angolo. Poi una gran parata di Szczesny in calcio d’angolo si una botta di Berardi prima di una ennesima opportunità per Frattesi, velocissimo a infilarsi in una retroguardia a maglie larghissime e di un autentico miracolo di Szczesny su conclusione ravvicinatissima di Scamacca. I gol allo scadere.

Sassuolo in vantaggio con Raspadori, servito di tacco di Berardi che vede il portiere polacco poco reattivo. Raspadori a quota 10 in campionato. Poi l’immediato pareggio di Dybala che fa tutto da solo. Ruba palla, molto fisico il suo intervento su Kyryakopoulos, giudicato regolare non senza polemiche da parte degli emiliani, chiede e ottiene il passaggio di ritorno a Zakaria e conclude con una staffilata sotto la traversa.

Sassuolo Juventus
Kean al momento della conclusione vincente (AP LaPresse)

Un bel secondo tempo

Anche il secondo tempo offre spettacolo e gioco piacevole. Se Morata mette sul gondo fondo un bel colpo di testa è Consigli a negare di nuovo il gol allo spagnolo con una delle più belle parate di questa stagione. Poi si vede più Sassuolo che Juventus. Nonostante l’ingresso di Vlahovic, il Sassuolo ha diverse occasioni per raddoppiare. Con Muldur prima, con Frattesi, ancora molto pericoloso di testa. Kyriakopoulous con una conclusione violentissima dalla distanza quasi sorprende la retroguardia bianconera. L’ingresso di Kean non sveglia più di tanto la linea offensiva della Juventus con il Sassuolo sempre molto intraprendente e pericoloso.

Finisce con un giusto pareggio, più stretto al Sassuolo – in tutta onestà – che alla Juventus apparsa legata e di tanto in tanto anche in apprensione di fronte al velocissimo sviluppo di gioco degli emiliani. A tempo quasi scaduto, quando ormai si preparano i tabellini del pareggio, Kean si inventa un gol personale di grande caparbietà: prende palla e decide di puntare a rete concludendo con forza un pallone che si infila tra le gambe di Consigli… É  il gol partita.

La Juventus che comunque guadagna punti preziosissimi su Napoli, Roma, Lazio e Fiorentina. Tutte sconfitte.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI SASSUOLO – JUVENTUS

Sassuolo Juventus
Un ‘chiarimento’ tra Dybala e Bonucci dopo il gol del pareggio (AP LaPresse)

Il tabellino

SASSUOLO – JUVENTUS 1-2
39′ Raspadori; 45′ Dybala, 88′ Kean
SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 6; Muldur 6, Ayhan 5.5, Chiriches 6, Kyriakopoulos 5; Frattesi 7 (88′ Matheus Henrique), Lopez 6; Berardi 7 (79′ Defrel), Raspadori 7, Traore 5.5 (79′ Djuricic); Scamacca 5.5.
JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 7; De Sciglio 6, Bonucci 6, Rugani 5.5 (54′ Chiellini 6), Alex Sandro 5.5; Bernardeschi 5.5 (87′ Miretti), Zakaria 5.5, Danilo 6, Rabiot 6; Dybala 6 (54′ Vlahovic 5.5), Morata 6 (67′ Kean 6.5).
Ammoniti: Maxime Lopez, Scamacca, De Sciglio, Kean