“Non può vincere”, Ferrari: la bocciatura in tronco fa infuriare i tifosi

334

“Non può vincere”, Ferrari: la bocciatura in tronco fa infuriare i tifosi. La Rossa è in testa al Mondiale di Formula 1, ma c’è chi crede non abbia chance di successo

Questi primi cinque Gran Premi del Mondiale 2022 di Formula 1 hanno certificato il ritorno ad altissimi livelli della Ferrari. Dopo due stagioni trascorse nel più grigio anonimato, il team di Maranello ha ritrovato la competitività perduta grazie alla perfetta interpretazione del nuovo regolamento introdotto dalla FIA.

Charles Leclerc, vincitore di due delle cinque gare fin qui disputate, si trova in testa alla classifica piloti con 19 punti di vantaggio sul campione del mondo in carica, Max Verstappen. Il pilota olandese però dopo un avvio di stagione piuttosto incerto ha ritrovato una Red Bull velocissima e nuovamente affidabile.

Leclerc
Charles Leclerc (LaPresse)

Tanto che secondo una buona parte di critici e addetti ai lavori, il team di Milton Keynes prima o poi riuscirà a effettuare il sorpasso in vetta al Mondiale ai danni del Cavallino Rampante. E’ questo ad esempio il parere illustre del team principal della Mercedes, il manager austriaco Toto Wolff.

Per la prima volta dal 2014 le Frecce d’Argento non sembrano in grado di competere per il titolo mondiale. Fa impressione vedere il più grande pilota della storia del Circus, Lewis Hamilton, annaspare a fatica nelle retrovie. Fino a questo momento, la superiorità di Ferrari e Red Bull nei confronti del team di Brackley è apparsa schiacciante in tutto e per tutto.

“Non può vincere”, Ferrari: Toto Wolff è categorico

Wolff
Toto Wolff (LaPresse)

Secondo Toto Wolff però, il primo posto della Rossa nelle due classifiche è solo provvisorio: “L’anno scorso Verstappen guidava un’auto più lenta della nostra e ha vinto il titolo. Ora invece ha a disposizione la monoposto più veloce e dunque tutto sarà più facile per lui. Il pronostico pende dalla sua parte”. Nessuna chance dunque per il team di Maranello, secondo il dirigente austriaco, nonostante il robusto salto di qualità rispetto alle passate stagioni.

Ma al di là dell’andamento delle scuderie rivali, la Mercedes conta prima o poi di tornare a competere per la vittoria: “Non abbiamo alzato bandiera bianca, sono trascorse solo cinque gare. Il mondiale può anche tornare a sorriderci – dichiara Wolff -, anche perché in termini di punti non siamo così indietro”.