Nuovo team nel mondiale di Formula 1, arriva la risposta: tifosi senza parole

255

Nuovo team nel mondiale di Formula 1, arriva la risposta: tifosi senza parole. Nei prossimi anni arriverà un’altra rivoluzione

La stagione passate è stata quella della resurrezione per il Mondiale di Formula 1 che non era mai stato così interessante ma anche così visto dal pubblico. Liberty Media che lo organizza non si ferma, ha sempre nuovi progetti compreso l’aumento delle squadre.

Futuro Formula 1 (ANSA)

Ma quando succederà e quindi vedremo un nuovo team in Formula 1? Porsche a Audi sono già uscite allo scoperto manifestando l’intenzione di debuttare nel 2026, quando ci sarà la nuova rivoluzione verde dei motori ma non sono le uniche. Da mesi infatti la famiglia Andretti sta lavorando per fare il suo debutto con monoposte proprie e una motorizzazione ancora da stabilire (Ferrai favorita).

Un progetto in realtà osteggiato da buona parte delle altre Case e la conferma è arrivata dal Team Principal della Red Bull, Christian Horner, intervistato da Bloomberg: “In questo momento  abbiamo un sistema a 10 squadre e mi sembra che funzioni molto bene”. Ma sotto c’è anche l’interesse legato ai futuri rapporti della Red Bull con Porsche che potrebbe diventare fornitore dei motori: “In effetti il marchio Porsche è particolarmente iconico“, ha concluso Horner.

Nuovo team nel mondiale di Formula 1, i progetti della famiglia Andretti

La famiglia Andretti però continua a lavorare sul suo grande progetto con un’ipotesi precisa, quella di debuttare nel Mondiale 2024 come undicesima squadra. In realtà ha fatto un tentativo molto serio per rilevare la Sauber, che gestisce di fatto la squadra Alfa Romeo, ma non è andato in porto.

Il mondo della Formula 1 non vuole dividere la fetta dei proventi, nettamente cresciuti sotto la gestione Liberty Media. Ma molti team principal, a cominciare dallo stesso Horner, sono anche convinti che almeno un pilota statunitense sarebbe un ulteriore motivo di richiamo per monetizzare ancora di più.

Mario Andretti
Mario Andretti torna in Formula 1 (ANSA)

Ma il piano di Michael Andretti è diverso: “Vogliamo mettere in piedi una squadra americana che vuole sviluppare piloti americani per il futuro. Non c’è nessuno là fuori che lo stia facendo e per questo vogliamo aprire la strada alla F1”. Il primo nome è quello di Colton Herta, stella della IndyCar che doveva già debuttare sulla Alfa Romeo in questa stagione.