Lo sport italiano è scosso, un grande campione si ritira: l’annuncio ufficiale

291

Lo sport italiano è scosso, un grande campione si ritira: l’annuncio ufficiale. Un altro protagonista in azzurro dice basta e lo fa attraverso un messaggio social

Un grande protagonista dello sport italiano degli ultimi quindici anni dice basta. C’è sempre un briciolo di tristezza quando un campione di qualsiasi disciplina decide di abbandonare l’attività agonistica. Inutile ricordare quanto accaduto poco meno di un anno fa quando la campionessa più iconica e rappresentativa del nuoto italiano, Federica Pellegrini, ha annunciato il suo commosso addio alle gare.

Un momento che nessuno, in primis la diretta interessata, avrebbe mai voluto vivere. Ma la legge dello sport è questa, fredda e spietata e vale per tutti. Arrivati a una certa età, non c’è altra scelta che dire basta e rassegnarsi all’idea di abbandonare le luci dei riflettori.

Italia
Sport italiano (LaPresse)

In questo caso, a dire addio all’attività agonistica è un grande campione di uno sport che ha regalato grandi soddisfazioni al nostra paese, il basket. Uno dei suoi maggiori interpreti degli ultimi anni, il playmaker Peppe Poeta, ha annunciato ufficialmente il suo ritiro.

Trentasei anni, originario di Battipaglia, Poeta ha utilizzato i suoi canali social per comunicare urbi et orbi il suo addio alle gare. Il play pugliese mette fine a una carriera straordinaria, magari un po’ avara di successi e trofei di squadra, ma ricchissima di soddisfazioni a livello individuale.

Lo sport italiano saluta Peppe Poeta: la sua lettera d’addio

Poeta
Peppe Poeta (LaPresse)

Questa è la lettera di Poeta, che ha giocato le sue ultime due stagioni alla Vanoli Cremona e che ora affiancherà nel ruolo di vice allenatore il nuovo ct della Nazionale Gianmarco Pozzecco.

Qual è il tuo sogno?’ Durante tutta la carriera, quando mi veniva posta questa domanda, ho sempre risposto: ‘Continuare a vivere il sogno che sto vivendo. È andato tutto oltre ogni più rosea aspettativa. Non avrei mai immaginato di giocare in Serie A, in Eurolega o addirittura di vestire per più di cento volte la maglia Azzurra”.

Già, perchè pur senza aver mai vinto campionati o trofei internazionali, Poeta ha indossato la maglia azzurra in ben 120 occasioni: “Per me, il ragazzino nato sui playground di Battipaglia, era già un sogno incredibile giocare e vivere di pallacanestro, qualsiasi fosse la categoria. Posso dire di essermi goduto il viaggio, ogni attimo, ogni secondo.