“La Ferrari sbaglia sotto pressione”: la durissima accusa del noto rivale

225

“La Ferrari sbaglia sotto pressione”: la durissima accusa del noto rivale. La lotta con la Red Bull è davvero serrata quest’anno

Nel prossimo fine settimana si torna a fare sul serio sul circuito cittadino di Baku. Sarà l’occasione per Leclerc e la Rossa di prendersi una rivincita sui rivali. Il tempo stringe.

Ferrari
La Ferrari al cambio gomme a Monaco (AnsaFoto)

Non c’è molto tempo per piangersi addosso. La Formula 1 torna a fare sul serio nel prossimo week end, con il Gran Premio dell’Azerbaijan. A Baku Leclerc ha un feeling speciale ed è riuscito a conquistare la pole anche lo scorso anno, con una monoposto tutt’altro che performante. Sia dai tempi della GP2, il monegasco si esalta tra i cordoli e i muri dell’ex paese del blocco sovietico. La Ferrari è chiamata ad un pronto riscatto dopo il pasticcio combinato a Montecarlo. Sainz è riuscito a salvare almeno il secondo posto, portando a casa un podio che non può bastare, visto il livello della monoposto di Maranello. Se la F1-75 ha compiuto ottimi passi avanti dopo gli aggiornamenti portati a Barcellona, il resto non si può dire per quanto riguarda il muretto dei box. Le strategie sono uno dei talloni d’Achille della Rossa. Rueda e Mekies devono cambiare marcia e offrire un contributo superiore se veramente si vuole lottare testa a testa con la Red Bull.

Ferrari, Helmut Marko non usa mezzi termini: “Li abbiamo messi in difficoltà”

Helmut Marko
Helmut Marko (AnsaFoto)

Che le scelte della Ferrari non siano state perfette sotto pressione se ne sono accorti tutti. A rimarcalo nelle ultime ore è stato anche un acerrimo rivale, ovvero quell’Helmut Marko che svolge il ruolo di super consulente Red Bull. 

Parlando al portale austriaco OE24, ha dichiarato: “Max rimane calmo, ha sufficiente fiducia in se stesso. La vittoria di Perez non sarà un problema per lui. Per quanto riguarda la Ferrari, è sotto pressione. Charles Leclerc ha avuto delle difficoltà e sono stati commessi degli errori dal loro muretto, ma questo è il mondo delle corse. A Monaco abbiamo costretto la Ferrari a reagire alla nostra strategia. E lo ha fatto male, in modo istintivo”. 

Purtroppo al momento i fatti stanno dando ragione alla scuderia di Milton Keynes, più abituata alla lotta serrata, visto quando accaduto la scorsa stagione con la Mercedes.