Berrettini, che smacco: il giudizio di un ex campione scatena la rabbia dei tifosi

150

Berrettini, che smacco: il giudizio di un ex campione scatena la rabbia dei tifosi. Il 26enne atleta romano occupa la 14/a posizione nel Ranking ATP

La stagione tennistica sta per lasciarsi alle spalle questa lunga e bollente estate per proiettarsi sulla seconda parte che avrà il suo culmine negli Open degli Stati Uniti in programma a Flushing Meadows dal 29 agosto all’11 settembre. Torneo al quale parteciperanno sia Matteo Berrettini che Jannik Sinner.

Berrettini
Matteo Berrettini (Ansa)

In questo momento, il Ranking ATP premia il 20enne talento altoatesino che dopo un periodo di appannamento sembra aver ritrovato smalto e un’eccellente condizione fisica.

La splendida vittoria di Sinner nel torneo di Umago ottenuta grazie a una clamorosa rimonta in finale contro Alcaraz fa ben sperare soprattutto in vista del grande torneo americano, l’ultimo Slam della stagione.

Se Sinner si trova al 10/o posto in classifica, quattro posizioni più giù troviamo Matteo Berrettini. Il 26enne atleta romano ha vissuto una stagione a dir poco difficile: l’infortunio alla mano destra lo ha infatti costretto a saltare l’intera stagione sulla terra battuta.

Il lungo periodo di inattività ha ovviamente influito sul suo rendimento: una flessione che si è ripercossa anche sul Ranking ATP. Berrettini si trova infatti in 14/a posizione, molto lontano dal suo compagno di nazionale.

Berrettini-Sinner, Ivanisevic non ha dubbi: “Jannik è più forte”

Sinner
Jannik Sinner (Ansa)

In questo momento, il numero uno del tennis italiano è dunque con pieno merito Jannik Sinner. Un ruolo che secondo l’ex talento ribelle e attuale coach di Novak Djokovic, Goran Ivanisevic, il 20enne di San Candido è destinato a mantenere a lungo.

Ivanisevic è convinto che tra Berrettini e Sinner il più forte sia proprio quest’ultimo: “Il servizio è molto cresciuto ─ ha dichiarato l’ex campione croato a la Repubblica ─, ma a mio avviso non posiziona bene le gambe. Voi in Italia avete Berrettini che serve molto bene, ma tra i due come tennista preferisco Jannik: ha risposta, dritto e rovescio eccezionali da fondo“.

Sinner più completo e con più talento rispetto a Berrettini. E con prospettive straordinarie: “Se va più a rete e migliora le volée, è al top. Sinner – conclude Ivanisevic – vincerà parecchi tornei importanti, compresi i quattro del Grande Slam“.