Juventus, problemi per Allegri: si ferma un titolare, niente esordio

444

Inizia con un’altra defezione la stagione di Serie A della Juventus costretta a fare a meno di un titolare importante in vista dell’esordio

Si prospetta una Juventus con i cerotti in vista dell’esordio in campionato contro il Sassuolo, in programma nel posticipo di lunedì sera, Ferragosto, alle 20.45.

 

Dall’amichevole di ieri persa in casa alla Continassa contro l’Atletico Madrid grazie a una tripletta dell’ex Alvaro Morata, sono almeno due i giocatori costretti alle cure dell’infermeria.

Juventus, manca Szczesny

La situazione più preoccupante riguarda Szczesny. Il portiere titolare è uscito dolorante per un problema muscolare e gli esami di oggi hanno evidenziato una lesione di basso grado del muscolo adduttore lungo della coscia sinistra. Per tre settimane Szczesny dovrà recuperare: poi sarà di nuovo a disposizione di Allegri ma sicuramente perderà non meno di quattro partite, e dunque Sassuolo, Sampdoria, il big match con la Roma e anche il turno con lo Spezia.

Sette infortunati e due squalificati

Juventus Szczesny
Wojciech Szczesny, niente esordio in Serie A per il portiere polacco (Foto ANSA)

Se Szczesny riuscirà a tornare in forma probabilmente tornerà in campo il 3 settembre, per la gara contro la Fiorentina. Al suo posto ovviamente Mattia Perin. L’assenza del portiere polacco di aggiunge a quella di Pogba, fuori per un infortunio al menisco i cui tempi di recupero non sono inferiori ai due mesi, McKennie, fuori per un infortunio alla spalla, i lungodegenti Chiesa, Kaio Jorge e Aké. Oltre agli squalificati Kean e Rabiot, per altro uscito dall’amichevole con l’Atletico con una brutta ferita alla testa ricucita con sei punti.

In tutto sono sette gli infortunati della Juventus in questo tormentato avvio di stagione sul quale pesano anche non poco le incertezze di mercato. La Juve è ancora alla ricerca di un attaccante e di un difensore. Si fa un gran parlare delle partenze di Rabiot, richiesto dal Manchester United, e di Arthur, da tempo in predicato di passare all’Arsenal.