Djokovic, ennesimo grande appuntamento saltato: non ci sarà!

196

Djokovic, ennesimo grande appuntamento saltato: non ci sarà! L’ex numero uno del mondo costretto ad un nuovo forfait

Dopo aver dovuto rinunciare agli US Open per i noti motivi legati al vaccino anti Covid, il tennista serbo sarà ora assente dal sentito appuntamento per la Coppa Davis contro la Spagna.

Novak Djokovic
Djokovic (AnsaFoto)

Quasi ogni volta che ha preso parte ad un torneo importante in questo 2022 lo ha vinto. Novak Djokovic ha avuto tutt’altro genere di problemi in questa stagione, con poco a che vedere con l’aspetto tennistico. L’ex numero uno del mondo ha dimostrato di essere ancora in grado di battere chiunque. La finale di Wimbledon è stata piuttosto emblematica, con Nick Kyrgios partito alla grande nel primo set e poi scioltosi sotto i colpi del vecchio campione. A 35 anni non mostra segni di cedimento nella tenuta mentale e fisica. Al Roland Garros si è arreso alla furia di Rafa Nadal, il re di Parigi. In Australia e ora a New York non ha potuto difendere la vittoria e la finale conquistate lo scorso anno. La questione legata al vaccino anti Covid continua a tenere banco, con alcuni paesi (come gli USA) che negano l’ingresso al tennista di Belgrado. Ora, dopo l’ultimo atto di Flashing Meadows, ci sarà spazio per la Coppa Davis, con la Serbia che affronterà la temutissima Spagna.

Djokovic, niente da fare anche per la Coppa Davis: “Fuori per motivi personali”

Djokovic
Novak Djokovic (AnsaFoto)

La nazionale di Djokovic è inserita nel gruppo di Corea, Spagna e Canada. La fase a gironi si disputerà tra il 13 e il 18 settembre. Il capitano Victor Troicki dovrà fare a meno del suo numero uno, questa volta per problemi non legati al Covid.

“Non giocherà per motivi personali: è stato presente per la Nazionale innumerevoli volte, ma questa volta non può proprio” ha detto l’allenatore dei serbi.  E poi ha aggiunto: “Se riusciremo ad andare avanti nel torneo potrebbe unirsi a noi a Malaga, a novembre, per le finali a otto”. Anche la Spagna avrà una situazione simile, visto che il leader Rafa Nadal non sarà al fianco dei compagni, pronti a lanciare definitivamente Carlos Alcaraz, il suo erede. Da tenere in grande considerazione anche il Canada di Felix Auger-Aliassime e Denis Shapovalov, rivelazione delle passate edizioni. L’Italia dal canto suo sarà impegnata alla Unipol Arena di Bologna, con Croazia, Argentina e Svezia.