Serie A, un crollo senza fine: ora è davvero a un passo dall’esonero!

185

Serie A, un crollo senza fine: ora è davvero a un passo dall’esonero! La società sta pensando di prendere provvedimenti immediati

Dopo la sconfitta contro la Juventus il Lecce si ritrova con soli 3 punti di margine sull’ultimo posto. Nelle prime 12 giornate è arrivata appena una vittoria e la media non lascia ben sperare.

Esonero Serie A
Nuovo esonero in vista in Serie A (Facebook)

Sembrava una delle squadre rivelazione di questo campionato, visto il bel gioco e i risultati tutto sommato soddisfacenti nelle primissime uscite. Il pareggio sfiorato contro l’Inter alla prima giornata aveva infiammato i tifosi del Lecce. Una neopromossa che se la gioca con i campioni d’Italia di due anni fa e avrebbe meritato anche qualcosa di più. Marco Baroni ha dato una forte organizzazione al suo gruppo, proseguendo l’ottimo lavoro svolto in Serie B. Una promozione arrivata grazie al lavoro di Pantaleo Corvino, solito scopritore di talenti, e all’addestramento del tecnico toscano. Purtroppo però qualcosa si è incrinato e nelle ultime cinque partite due miseri punti. Ora la classifica recita quota 8 e 17° posto, con sole 3 lunghezze di margine sull’ultimo posto, occupato da Cremonese e Verona. La gara con la Juventus è scivolata via senza nemmeno demeritare, ma con la solita sterilità offensiva nei momenti caldi. Il gol di Fagioli ha indirizzato il match e portato ad un altro 0 pesantissimo.

Serie A, un crollo senza fine: il Lecce pensa all’esonero di Baroni

Serie A Baroni
Marco Baroni sulla panchina del Lecce (AnsaFoto)

Il coraggio, la determinazione, la grinta e l’organizzazione avevano portato il Lecce a mettere in difficoltà la Juventus nei primi 20′, con ben 4 giocatori bianconeri ammoniti. Il problema è che per quasi 90′ Szczesny è rimasto a guardare. Nessun tiro nello specchio da parte del Lecce. I risultati stentano ad arrivare e c’è il rischio che il gruppo stia perdendo la fiducia nel suo allenatore. La stampa pugliese parla di una fiducia a termine che può durare per un altro paio di settimane, almeno che le cose non precipitino. Venerdì è in programma la proibitiva trasferta di Udine e un altro stop potrebbe costare caro a Baroni. Si sta facendo con sempre maggiore insistenza il nome di Ballardini, uno specializzato in lotte per la salvezza. Vedremo se l’ex tecnico del Benevento riuscirà a salvare la propria panchina fino alla pausa per il Mondiale. Il tempo stringe.