Juventus-Paris Saint Germain 1-2 la sconfitta vale l’Europa League – HIGHLIGHTS

518

La Juventus perde dal Paris Saint Germain ma ringrazia il Benfica e accede al turno eliminatorio di Europa League

Nella partita che vede il ritorno in campo di Chiesa, una Juventus molto rimaneggiata cede strada al Paris Saint Germain.

Juventus Paris Saint Germain Sportitalia 021122
Bonucci firma il gol del provvisorio pari della Juve (AP LaPresse)

Ma la Juve si accontenta di una prestazione dignitosa, con qualche ottimo spunto, del ritorno di Chiesa e di un terzo posto nel girone che tiene aperta una finestra in Europa.

La partita

Juve costretta a vincere per evitare il rischio di un sorpasso in extremis del Maccabi Haifa che eliminerebbe i bianconeri anche dall’Europa League. Ma anche il PSG, privo dello squalificato Neymar, non può concedere spazio, il primo posto è a rischio. L’unico risultato utile per entrambe le squadre è la vittoria. Altrimenti bisogna fare i conti con la sfida di Haifa. Juve con panchina corta e tanti giovani. Costretta a fare a meno oltre che di Vlahovic anche di Kean, infortunato dell’ultima ora.

Juventus-Paris Saint Germain 1-2

Juventus Paris Saint Germain Sportitalia 021122
PSG solo secondo nel girone alle spalle del Benfica (AP LaPresse)

Contro una squadra di mostri la Juventus gioca con i resti. E fa quello che può. Senza che il PSG per la verità crei chissà che o diverta chissà quando. Ma la dofferenza si vede quando Mbappè trasforma dal nulla in gol una delle poche palle davvero giocabili. Il fuoriclasse riceve da Messi, evita Gatti e calcia in rete con un senso della posizione e del controllo di palla sontuoso.

Juve che fa molta fatica nel reagire. Tutto si limita a una conclusione di Locatelli da buona posizione alta di poco che si spegne tra due clamorose occasioni ospiti: un altro tiro di Mbappè alto di poco e una gran parata di Szczesny sempre sul fuoriclasse francese. Juve che gioca comunque con personalità raggiungendo un pareggio sostanzialmente meritato. Lo firma Bonucci di testa in tuffo su appoggio di Cuadrado.

Con la continua distrazione delle notizie che arrivano da Haifa dove ci si aspetta un favore dal Benfica, la Juventus non riesce a chiudere la partita. È anche difficile contro una squadra del genere. E così, alla seconda incertezza della Juventus, arriva anche il raddoppio con Mbappè che stavolta veste su misura un assist perfetto per Nuno Mendes.

Il Benfica dilaga ad Haifa arrivando con un incredibile 1-6 a scalzare il PSG dalla prima posizione del girone. E alla Juventus tutto sommato va benissimo anche solo così.

Fuori dalla Champions League ma comunque in Europa League con un Federico Chiesa in più, in campo a un quarto d’ora dal termine a dieci mesi dal devastante infortunio al ginocchio. Resta il bilancio davvero deludente di un girone da dimenticare: una vittoria e cinque sconfitte.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI JUVENTUS-PARIS SAINT GERMAIN