Red Bull 2023, ingaggio a sorpresa ma è un giallo: “Non ho nulla da dire”

262

Red Bull 2023, ingaggio a sorpresa ma è un giallo: “Non ho nulla da dire”. Il mercato dei piloti offre ancora spunti interessanti

Il Mondiale di Formula 1 ha già praticamente raccontato tutto, con il doppio titolo alla Red Bull e la sola incertezza per vedere chi arriverà secondo tra i Piloti e i Costruttori. Così l’attenzione si concentra solo sul mercato dei piloti e quelle poche caselle che sono rimaste libere.

Red Bull 2023 ingaggio
Red Bull 2023, ingaggio a sorpresa ma è un giallo (ANSA)

Proprio la Red Bull torna ad essere protagonista perché il posto come terzo pilota per il 2023 sulla carta è ancora libero. E così, in mezzo a candidature di piloti giovani cresciuti nel vivaio della Scuderia di Milton Keynes, spunta una candidatura a sorpresa. Quella di un driver molto più esperto, che conosce molto bene l’ambiente e sarebbe pronto a tornare alla base.

Da settimane infatti si parla di Daniel Ricciardo in Red Bull per la prossima stagione. A Interlagos però c’è chi è convinto che quel contratto sia già stato firmato. Il canale televisivo verde-oro Esporte Na Band ha annunciato la firma del 33enne australiano come terza guida accanto a Verstappen e Perez dopo il divorzio dalla McLaren.

Red Bull 2023, ingaggio a sorpresa ma è un giallo: “Sono libero di parlare con chiunque”

Per Daniel Ricciardo in fondo sarebbe un ritorno alle origini, perché i suoi primi passi nel mondo della F1 li ha mossi con quella tuta. Dal 2014 al 2018 era stato un pilota ufficiale Red Bull togliendosi anche soddisfazioni importanti. Poi però con l’esplosione di Verstappen ha capito che sarebbe stato meglio cambiare aria e così prima è andato alla Renault che oggi è Alpine e poi alla McLaren.

Il mondo dello sport però è fatto di cicli e grandi ritorni, quindi nessuno si stupirebbe di rivederlo insieme a Chris Horner e tutto il resto del team. Un ruolo da terzo pilota la prossima stagione, in attesa di capire se Perez rinnoverà o meno il suo contratto e riprendersi magari un volante nel 2024.

Daniel Ricciardo futuro
Daniel Ricciardo non ha ancora deciso nulla (ANSA)

Suggestivo, ma secondo lui non vero almeno per il momento. “In realtà non c’è niente. Non ho nulla da dire, da confermare o un accordo da comunicare. Non ho firmato con la Red Bull e davvero non ho niente da dover nascondere o tacere da un punto di vista contrattuale, dato che sono libero di parlare con chiunque”, ha detto alla fine della Sprint Race.

Red Bull 2023, ingaggio a sorpresa ma è un giallo: il team ha messo sotto contratto un famoso nipote d’arte

In effetti però qualcosa per il team campione del mondo si è mosso. Dalla prossima stagione infatti nella Red Bull Academy entrerà anche  infatti arrivato Enzo Fittipaldi, il 21enne brasiliano nipote del grande Emerson.

Lo ha annunciato lui stesso su Twitter con un breve post per ufficializzare la firma: “Sono molto felice di annunciare che farò parte della famiglia Red Bull! Grazie a Helmut Marko e Christian Horner per l’opportunità”.

Red Bull, arriva un nipote d’arte (LaPresse)

Il giovane Fittipaldi ha disputato la stagione 2022 in Formula 2 gareggiando con il team Charouz e centrando il secondo posto in alcune gare del campionato tra Imola, Spielberg e Hungaroring. Suo fratello Pietro aveva corso due gare in F1 come sostituto di Romain Grosjean in seguito all’incidente del Bahrain nel 2020.