Qatar 2022, altra pessima notizia: per la superstar niente Mondiale!

272

Ennesima brutta notizia che arriva direttamente dal Qatar e che coinvolge una delle superstar più attese: per lui niente Mondiale!

L’evento più atteso da tutti i calciatori continua ad avere tanti problemi e l’ennesima brutta notizia arriva nella serata di sabato, a poche ore dall’avvio ufficiale, peggiora ulteriormente le cose: per un’attesissima superstar il Mondiale finisce ancor prima di iniziare.

Il presidente Fifa Gianni Infantino nella conferenza pre Mondiale [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
Il presidente Fifa Gianni Infantino nella conferenza pre Mondiale [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
Tra polemiche, critiche, boicottaggi e tanto altro, il Mondiale in Qatar può finalmente dirsi avviato e starà ora a squadre ed organizzatori ribaltare i pronostici negativi di molti. Le settimane che hanno preceduto questa competizione, la quale di norma è la più attesa da qualsiasi tifoso, sono state caratterizzate da schiere di proteste che hanno macchiato l’immagine della Coppa del Mondo la quale però avrà l’occasioni ora di rifarsi.

Un Mondiale, seppur aspramente contestato come questo, resta un Mondiale e per sia stessa definizione un momento che può riscrivere la storia di soli giocatori o di intere nazioni. Dall’ultimo tango di Messi e Ronaldo passando per il favorito Brasile alle possibili sorprese come Senegal e Danimarca, quello qatariota sarà comunque un evento che verrà ricordato da tanti.

Nonostante ciò, la grande quantità di brutte notizie che stanno arrivando nelle ultime ore rischia di compromettere la bellezza dell’evento, soprattutto per via di tante e pesanti assenze. L’ultima in ordine cronologico è arrivata nella serata di sabato e ha davvero spiazzato tutti: una perdita gravissima per il Mondiale.

La stella da forfait, altro ko che fa arrabbiare i tifosi

L’avvicinamento alla Coppa del Mondo in Qatar, oltre che dalle polemiche extracampo, è stato caratterizzato dai tanti pareri negativi per questioni più inerenti al rettangolo verde, come ad essempio l’eccessivo sforzo imposto ai giocatori per permettere questo Mondiale autunnale.

A pagare le conseguenze di questa pressione sono stati in tanti, tra cui anche qualche big attesissimo dai tifosi. Esempi come quelli di Sadio Manè, infortunatosi nell’ultima gara prima della partenza per il Qatar, o anche gli argentini Correa e Gonzalez, i quali hanno lasciato il ritiro anzitempo, avevano già fatto molto scalpore, ma l’ultimo nome che ha dovuto dire addio al Mondiale è forse quello più pesante di tutti: Karim Benzema.

Karim Benzema, la sua assenza peserà molto per la Francia [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
Karim Benzema, la sua assenza peserà molto per la Francia [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
La notizia è arrivata nella serata di sabato, dopo che il Pallone d’Oro in carica ha sentito male alla coscia. In un primo istante sembrava che l’infortunio non fosse così grave, ma è bastato poco per confermare l’assenza del centravanti del Real Madrid dal Mondiale. “Devo pensare alla squadra e fare spazio a chi la potrà aiutare a fare una grande Coppa del Mondo ha commentato Benzema, lasciando intendere un’inevitabile delusione per questa sua assenza forzata.

Per la Francia arriva dunque l’ennesima batosta in questo avvicinamento all’evento qatariota, un altro forfait che rischia di condizionare fortemente la difesa al titolo vinto quattro anni fa in Russia, i Bleus sono infatti tra le squadre con più infortunati di tutto il Mondiale.

Dopo Nkunku anche Benzema, Francia quanti problemi!

Cristopher Nkunku, anche lui si è infortunato in ritiro con la Francia [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
Cristopher Nkunku, anche lui si è infortunato in ritiro con la Francia [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
La settimana dei Campioni del Mondo in carica è stata fin qui decisamente molto sfortunata. Prima della notizia di Benzema infatti, negli scorsi giorni era arrivata anche l’assenza di Cristopher Nkunku, talento del Lipsia che avrebbe indubbiamente fatto comodo al ct Deschamps per via della sua duttilità in attacco.

Questi due problemi si sono sommati a quelli già ben noti da ormai diverso tempo con i forfait forzati di alcuni uomini chiave del 2018 quali Pogba e Kantè, oltre a Maignan e Kimpembè, tutti giocatori che avrebbero potuto avere chance importanti o un ruolo chiave nello schieramento tattico dei transalpini. Insomma una Francia, o più in generale un Mondiale, per nulla fortunato, il campo sarà comunque l’unico giudice e chissà che nonostante le tante assenze, sarà comunque una Coppa del Mondo memorabile.