Lukaku, le parole non bastano più!

219

A poco più di un anno dall’intervista che cambió irrimediabilmente ed in peggio la sua avventura da attaccante del Chelsea, Romelu Lukaku torna a parlare a cuore aperto ed a dichiarare i propri intenti ed il proprio amore per i colori dell’Inter. Frasi apprezzabili per il popolo nerazzurro, esattamente come quelle di dodici mesi fa, alle quali tuttavia non hanno ancora fatto seguito fatti concreti sul campo, oltre agli stravolgimenti estivi.

Nell’ultima circostanza e dopo un Mondiale a dir poco deludente, l’attaccante belga ha lanciato il guanto di sfida agli altri protagonisti del campionato italiano, e pur dimostrando rispetto per ciascuno di essi, ha lasciato intendere di essere pronto a meritarsi la riconferma in nerazzurro a suon di gol e trofei. Mossa quantomeno incauta, visto che il suo cartellino appartiene totalmente al Chelsea senza che da Milano si abbia un diritto sul suo riscatto. E soprattutto in relazione alle possibilità economiche attuali di una squadra caratterizzata da una proprietà che non può fare programmi a lungo termine nè tantomeno programmare investimenti della portata di un suo acquisto a titolo definitivo. Problema che verrà affrontato non prima dell’estate o quantomeno della primavera inoltrata, ovviamente a patto che Lukaku oltre alle tante parole, abbia dato un seguito concreto con i fatti alle promesse che fino ad ora, non solo per colpe proprie, non è riuscito a mantenere.