Serie A, salta un’altra panchina: il sostituto è un ex tecnico della Lazio

216

Serie A, salta un’altra panchina: il sostituto è un ex tecnico della Lazio. Un club del massimo campionato opta per l’esonero a metà stagione

Il campionato di Serie A sta per arrivare al fatidico giro di boa. Nel prossimo fine settimana si disputerà infatti la 19/a e ultima giornata del girone d’andata di un campionato il cui esito, almeno per ciò che riguarda la lotta scudetto, sembra già indirizzato con il Napoli che ha scavato un solco tra sè e le rivali molto difficile da colmare. Più incerto, almeno in teoria, lo scenario nei quartieri bassi della classifica.

Serie A un altro esonero
Serie A – Sportitalia.it

Tre squadre sono per il momento staccate rispetto alle altre potenziali candidate alla retrocessione: si tratta di Cremonese, Verona e Sampdoria. Fanalino di coda sono i grigiorossi lombardi neo promossi che in diciotto giornate hanno conquistato la miseria di sette punti. La squadra in cui mosse i suoi primi passi Gianluca Vialli è l’unica finora a non aver ancora vinto una sola gara.

Sette pareggi e undici sconfitte il magro bottino fin qui raccolto dalla Cremonese: un ruolino di marcia che rende impossibile, ad oggi, sperare e credere in una salvezza che somiglia ad una chimera. Lo Spezia, quart’ultimo, è lontano otto punti e immaginare una rimonta nelle condizioni attuali è quanto meno improbabile.

Serie A, salta un’altra panchina: Davide Ballardini torna in pista

E così dopo l’ennesima sconfitta, la più dolorosa, arrivata nel derby lombardo contro il Monza di Berlusconi e Galliani, i vertici della Cremonese hanno preso una decisione sofferta ma a questo punto non più evitabile: l’esonero dell’allenatore Massimiliano Alvini, arrivato l’estate scorsa dopo una stagione trascorsa sulla panchina del Perugia.

Quella dei grigiorossi è la quinta guida tecnica che salta dall’inizio del torneo ad oggi: Verona, Bologna, Sampdoria e Monza sono i quattro club di Serie A che hanno deciso per un cambio della guida tecnica. E finora chi ne ha tratto i maggiori benefici sono proprio i brianzoli, che con Palladino hanno decisamente cambiato marcia. Questo il comunicato ufficiale della Cremonese:

U.S. Cremonese comunica di aver sollevato Massimiliano Alvini e il suo staff dalla conduzione tecnica della prima squadra. Il club grigiorosso desidera ringraziare l’allenatore e i suoi collaboratori per la serietà, la professionalità e la passione dimostrate nel lavoro quotidiano svolto nel corso di questi mesi”.

Ballardini torna
Davide Ballardini – Sportitalia.it

Con questo comunicato sul proprio sito ufficiale, la Cremonese ha dunque posto fine dopo 18 gare di campionato al rapporto con l’ex allenatore del Perugia che paga ovviamente lo scotto di non aver ottenuto neanche una vittoria in questo primo fondamentale scorcio di stagione.

Per la sua successione è pronto Davide Ballardini, che nelle ultime ore ha scavalcato l’altro candidato forte. Roberto D’Aversa: è stata infatti raggiunta un’intesa di massima tra l’allenatore romagnolo e i grigiorossi per un contratto fino al 2024. Ballardini ha allenato nella sua carriera, oltre a Cagliari, Palermo e Genoa a cui è rimasto più legato, la Lazio di Claudio Lotito nella stagione 2009-2010.

Ma a causa dei pessimi risultati ottenuti nel girone d’andata il patron biancoceleste lo sollevò dall’incarico sostituendolo con Edi Reja che negli anni successivi avrebbe portato la squadra romana a un passo dalla qualificazione in Champions League.