Pioli-Milan, game over: scelto il traghettatore fino a giugno

L’avventura di Pioli sulla panchina del Milan potrebbe giungere al capolinea: il nome del possibile traghettatore fa impazzire i tifosi

La brutta sconfitta casalinga contro il Borussia Dortmund sembra aver lasciato il segno all’interno del mondo Milan. Il 3-1 inflitto dai gialloneri tedeschi ha ridotto moltissimo le speranze di qualificazione agli ottavi di Champions: ora i rossoneri devono obbligatoriamente vincere a Newcastle e sperare in una contemporanea sconfitta del PSG a Dortmund. L’eventuale eliminazione dalla Champions avrebbe ricadute negative importanti in termini economici ed anche dal punto di vista morale.

Pioli, ormai è game over: in arrivo il sostituto
L’addio a Pioli è sempre più probabile – Foto ANSA (Sportitalia.it)

In molti ritengono che l’uscita dalla massima competizione europea potrebbe costare cara a Stefano Pioli, anche perché già da tempo la sua panchina sembra tutt’altro che solida. Nonostante i tanti movimenti in entrata messi a segno dalla dirigenza milanista la scorsa estate – che hanno permesso a Pioli di avere molte più soluzioni rispetto alle stagioni precedenti – la prima parte di stagione non è stata esaltante per il Diavolo, che deve fare i conti anche con un ritardo di 6 punti in campionato dall’Inter capolista.

L’attenuante dei tanti infortuni non sembra più bastare per Pioli, che ora rischia davvero di vedere conclusa anzitempo la sua avventura sulla panchina del Milan. Quella attuale sarà quasi certamente l’ultima stagione del tecnico di Parma al timone dei rossoneri, ma la probabilità di un esonero già a dicembre sta diventando sempre più concreta.

Clamoroso, torna al Milan! Il nome scalda i tifosi

Quali potrebbero essere i sostituti di Pioli? L’idea di Furlani e Cardinale, in caso di addio a Pioli, è di puntare su un traghettatore fino alla fine della stagione (come il Napoli con Mazzarri) per poi puntare su un grande tecnico la prossima estate. Il giornalista ed esperto di mercato Nicolò Schira ha fatto un nome su X/Twitter che ha subito scaldato i cuori di molti tifosi rossoneri. Secondo Schira, infatti, alcuni intermediari avrebbero proposto al Milan la soluzione Andrij Shevchenko come possibile allenatore fino a giugno.

Milan, Shevchenko traghettatore fino a giugno
Shevchenko si propone al Milan: può fare da traghettatore – Foto ANSA (Sportitalia.it)

L’ucraino potrebbe interpretare al meglio il ruolo di traghettatore, dato che conosce molto bene l’ambiente milanista ed è senza dubbio amatissimo dal pubblico rossonero. Sheva è stato una bandiera del Diavolo per otto stagioni, mettendo a segno la bellezza di 175 reti in 322 presenze in tutte le competizioni.

Tuttavia, sempre stando a quanto affermato da Nicolò Schira, il profilo di Shevchenko non sembra convincere molto la proprietà del Milan. Il tecnico ha ottenuto buoni risultati come commissario tecnico dell’Ucraina (dal 2016 al 2021) ma la sua prima e finora unica esperienza in un club non è andata molto bene.

Shevchenko ha infatti allenato il Genoa dal novembre 2021 al gennaio 2022, raccogliendo però solo 3 pareggi in 9 gare: uno score davvero pessimo che è inevitabilmente costato l’esonero al tecnico ucraino.