Non solo Huijsen, ma anche Djalò, Dragusin e Terracciano: la difesa muove il calciomercato di Serie A

Il calciomercato di Serie A, nonostante le annunciate difficoltà dovute alla cancellazione delle agevolazioni del decreto crescita, vive giornate intense. A muovere il calciomercato della Serie A sono soprattutto i difensori. Juventus, Inter (indirettamente), Milan, Roma, Napoli sono tutte le società che stanno lavorando alacremente per portare a casa uno o più difensori centrali o terzini.

La difesa è l’obiettivo numero uno del calciomercato di Serie A

Juventus, Milan, Roma e Napoli sono alla ricerca di rinforzi per la difesa del presente e del futuro. I bianconeri hanno ceduto Huijsen proprio alla Roma e ora stanno provando a colmare quella casella per il presente ma soprattutto per il futuro. Il Milan corre ai ripari perché la sua difesa è stata falcidiata dagli infortuni. La Roma deve correre ai ripari per via dei problemi fisici che stanno attanagliando la stagione di Chris Smalling e ora devono coprire la partenza di Ndicka. Il Napoli cerca un centrale di alto livello per sostituire, con colpevole ritardo, la partenza di Kim. Mentre l’Inter in tutta questa bagarre di difensori nel calciomercato di Serie A probabilmente non entrerà, ma rimarrà “beffata”.

Juventus e Roma, intreccio con Frosinone, Lille e Inter

In casa Juventus sono giorni animati sul fronte calciomercato. Prima dell’avvio ufficiale della finestra invernale, i bianconeri avevano trovato l’accordo per Huijsen al Frosinone. Poi l’inserimento di Mourinho e la Roma ha scompaginato i piani dei ciociari che proprio nelle scorse ore hanno virato su Kevin Bonifazi. Nel frattempo la Juventus, rimasta con 5 difensori ha deciso di muoversi con decisione e ha provato ad anticipare l’Inter su Tiago Djalò.

Il portoghese, promesso sposo dell’Inter in estate a parametro zero, ha dato apertura alla Juve decisa a comprarlo a gennaio dando un indennizzo al Lille. La trattativa procede e presto Allegri potrebbe avere a disposizione il difensore 23enne ex giovanili del Milan. Difficile che l’Inter reagisca alla situazione, avendo già un accordo per giugno e non potendo fare altri sforzi dopo Buchanan.

Il Milan sfrutta le occasioni nel calciomercato di Serie A: ecco Terracciano

La situazione in casa Hellas Verona è precipitata nelle scorse ore. I gialloblù saranno costretti a cedere diversi pezzi pregiati per sistemare la situazione dei conti. Ecco perché dopo Hien all’Atalanta, ieri è arrivato anche l’accordo definitivo per Terracciano al Milan. Il giovane verone si trasferisce in rossonero  in cambio di circa 4,5/5 milioni di euro.

L’acquisto di Terracciano si aggiunge al ritorno di Gabbia, dando supporto alla situazione del reparto difensivo rossonero in difficoltà per via degli infortuni. Il giocatore, ormai ex Hellas Verona, è un jolly che può essere utilizzato nella posizione di centrale, esterno difensivo o anche mezzala. Insomma, un calciatore duttile per completare una rosa resa corta dai continui guai fisici.

Dragusin tra il Napoli, la voglia di Premier League e quel sentimento per il Genoa…

Radu Dragusin si sta rivelando come uno dei difensori più affidabili del panorama della Serie A 2023/24, e per questo è diventato subito un obiettivo di calciomercato. Il romeno è osservato con attenzione in Premier League e in Italia, dove il Napoli sembra intenzionato a farne l’erede di Kim.
Newcastle, ma soprattutto Tottenham hanno chiesto informazioni avviando una trattativa per il difensore classe 2002. 30 milioni almeno la valutazione che ne fa il Genoa.

Il Napoli è interessato e vorrebbe sfruttare la carta Zanoli, che piace al Genoa dall’estate per assicurarsi uno sconto. Tuttavia, c’è la resistenza del difensore del Genoa a mettere i bastoni tra le ruote al Napoli, ma anche al Tottenham. Infatti, il calciatore avrebbe sicuramente voglia di fare il grande passo, ma andando in una big soprattutto di Premier League, ma non prima di giugno. Ora, infatti, vorrebbe portare a termine la missione di salvare il Genoa. E ieri, con una super prestazione lo ha dimostrato una volta di più in Bologna-Genoa.