Berrettini, gli ha voltato le spalle e sceglie il rivale: colpo basso

Altro duro colpo per Matteo Berrettini, che non sta attraversando un bel periodo a causa dei tanti problemi fisici che lo tormentano da mesi

È un’altra stagione tormentata per Matteo Berrettini, che ancora non sa con certezza quando può tornare in campo. Tutto faceva pensare che sarebbe tornato in Australia, in occasione dell’Atp di Brisbane, ma ciò non è stato possibile per via dell’infortunio che lo sta tenendo ai box dall’anno scorso.

Berrettini, l'ex coach sceglie il rivale
Berrettini, annuncio a sorpresa: alla fine è successo davvero (Ansa) – Sportitalia.it

Un duro colpo per il romano, che vorrebbe riprendere in mano il suo percorso dopo i tanti problemi fisici che lo hanno portato ben fuori dalla top 100 del ranking mondiale. Nel mezzo, c’è stata poi la separazione da Vincenzo Santopadre, con cui hanno interrotto un rapporto di collaborazione che andava avanti da 13 anni. L’annuncio è arrivato lo scorso ottobre, con i due che quindi hanno preso le rispettive strade.

Tempo qualche settimana e l’azzurro ha iniziato a lavorare con Francisco Roig, ex allenatore di Rafa Nadal dal quale spera di trarre una svolta per la sua carriera. Il suo ex coach, invece, ha passato qualche mese con nessun giocatore da seguire in particolar modo, almeno fino a questi giorni, quando è stato diramato un annuncio a sorpresa che ha spiazzato i tifosi.

Berrettini, nuovo inizio per l’ex coach Santopadre: è ufficiale

Nello specifico, Santopadre allenerà Luca Van Assche, giovane talento del tennis francese che ad appena 19 anni è già a ridosso della top 50, in 68esima posizione. Il coach romano inizierà a seguirlo a partire dall’Atp 500 di Rotterdam, torneo che vede, tra i tanti, anche la presenza di Jannik Sinner, numero uno del seeding dopo il forfait di Daniil Medvedev.

Berrettini, Santopadre nuovo coach di un rivale
Santopadre, dopo Berrettini c’è Van Assche: l’annuncio (Ansa) – Sportitalia.it

Subito un test probante, quindi, per la nuova coppia che con questa collaborazione sperano di arrivare il più lontano possibile. Santopadre ha già dimostrato di essere un buon allenatore portando Berrettini fino ad una storica finale di Wimbledon nel 2021 ed è quindi forse per questo, come ha sottolineato lo stesso coach romano in un’intervista a Il Tennis Italiano, che la scelta del 19enne transalpino è ricaduta su di lui.

Mi ha conquistato subito – dice Santopadre –. È un bravo ragazzo con personalità e parla pure italiano (ha madre italiana, ndr). Sarù una bella sfida, in un ambiente diverso. Penso che mi abbia scelto perché conosce la mia storia con Berrettini, con cui ho iniziato a lavorare da giovane“.

L’ex tennista italiano non sarà però l’unico a seguire Van Assche: sarà insieme a Yannick Quere, coach del francese da nove anni, col quale dovrebbe essere anche a Dubai, in programma dopo l’evento di Rotterdam.