Fiorentina, una vittoria preziosa: Dea ko

Un successo fondamentale, ma che rappresenta soltanto il primo passo, con la gara di ritorno ancora da giocare. La Fiorentina batte 1-0 l’Atalanta nella semifinale d’andata di Coppa Italia grazie al super gol di Mandragora e sogna la finale.

Fiorentina, con la Dea prestazione perfetta

Il ritorno in campo aveva visto la Fiorentina andare ko contro il Milan. I viola, disattenti e deconcentrati contro i rossoneri non si sono però rivisti contro l’Atalanta. Seppur mantenendo la difesa alta, infatti, contro la Dea la Fiorentina ha giocato una partita difensivamente perfetta. 0 tiri nello specchio di Terracciano nei primi 45 minuti. Solo due occasioni nitide per la Dea, in tutta la partita, con Hien e Bakker. Offensivamente di contro la Fiorentina ha giocato una gara spregiudicata e coraggiosa. Italiano ha scelto Beltran alle spalle di Belotti con Nico Gonzalez e Kouame, alla seconda gara di fila da titolare, dal 1′ minuto. Scelte che hanno premiato il tecnico viola. Il reparto offensivo si è infatti imposto come ben assortito e pericoloso creando diverse occasioni. Nico Gonzalez soprattutto ha impegnato in due veri e propri miracoli Carnesecchi. L’argentino ha poi servito a Mandragora il pallone per il gol decisivo.

Atalanta, Dea stranamente sottotono

Se la Fiorentina ha disputato una delle migliori prestazioni della stagione, lo stesso non si può dire dell’Atalanta. La Dea era priva di Scalvini e De Ketelaere infortunati e di Gasperini squalificato. Un’assenza quella a bordo campo del tecnico che probabilmente si è sentita. L’approccio alla partita dei bergamaschi è stato troppo morbido con la Fiorentina che nella prima frazione ha dominato la partita. L’inizio di ripresa è stato poi incoraggiante con l’aggiustamento tattico e il doppio cambio. Ederson e Scamacca per Pasalic e Miranchuk. Le occasioni di Hien e Bakker non hanno però permesso all’Atalanta di trovare il pari con la Dea perdonata da la solita mancanza di concretezza della Fiorentina e salvata da un Carnesecchi in versione Superman. Firenze si conferma campo ostico per i ragazzi di Gasperini. Seconda sconfitta stagionale su due in Riva all’Arno, 3-2 in campionato. I giochi restano comunque aperti con la qualificazione che come era preventivabile si deciderà nella gara di ritorno.

 

Impostazioni privacy