Ribaltone in Formula 1: cambia il calendario

Si torna a parlare della questione calendario di F1, un argomento molto importante e sempre delicato da affrontare

Il tema del calendario è uno dei più delicati della Formula 1, e periodicamente si torna a parlarne per organizzare al meglio le prossime stagioni. Più volte i massimi esponenti della competizione, alla pari dei piani alti della Fia, hanno parlato di questo tema facendo un accenno agli eventuali cambiamenti che ci saranno a partire dalla stagione 2026.

Cambia il calendario in F1
F1, cambio di calendario dal 2026 (LaPresse) – Sportitalia.it

Quell’anno, tra l’altro, sarà segnato dall’esordio del nuovo regolamento, quindi i tifosi della Formula 1 possono già mettere in conto grossi cambiamenti a partire da quella data. Ma dal 2026 in poi, però, tutti i circuiti dovranno in un certo senso ammodernarsi e diventare strutture sempre più all’avanguardia, in modo da essere capaci di ospitare un certo numero di tifosi e appassionati, utili ad alimentare sempre di più il marchio della F1 nel mondo.

Ecco perché i massimi esponenti della F1 continuano a parlare del tema calendario: non tutti i circuiti al momento infatti soddisfano i requisiti per essere confermati o scelti anche negli anni a venire.

F1, Gp di Madrid e Barcellona sperano in una convivenza dal 2026 in poi

In Italia, da diversi anni oramai, convivono sia il Gran premio di Monza che di Imola (tornato dopo una stagione di stop), due appuntamenti considerati dei classici dagli amanti della competizione per via della loro storia incredibilmente affascinante.

Ma questa convivenza nei prossimi anni potrebbe diventare la normalità anche in Spagna, dove sia Madrid che Barcellona intendono ospitare un Gran premio Formula 1.

Madrid e Barcellona possono convivere
Doppio Gp in Spagna dal 2026? (LaPresse) – Sportitalia.it

Un obiettivo delle due città da diversi anni e che per varie ragioni non si è mai concretizzato. Dal 2026 in poi esso potrà diventare realtà, se chiaramente tutte le istituzioni faranno il loro dovere e soddisferanno i requisiti tecnici imposti dalla Formula 1.

A parlare recentemente della convivenza Madrid-Barcellona in F1 dal 2026 in poi è stata Kate Hodkingson, responsabile dello sviluppo delle corse e del mercato della F1. Hodkingson ha confermato che le due città potranno coesistere dal 2026, fermo restando che è in dubbio la permanenza di Barcellona dal 2027 poi per motivi contrattuali.

“Il mercato spagnolo è molto importante per competizione, il Gran premio di Madrid è stato annunciato, ma da quando lo abbiamo fatto abbiamo sempre mantenuto la possibilità di avere una gara a Barcellona allo stesso tempo”, ha detto la responsabile. Che però ha anche sottolineato che la F1 continua a essere richiesta da circuiti di mezzo mondo. Tutto insomma è ancora in fase di discussione.

Impostazioni privacy