Sainz sotto choc: la firma rovina tutto

Si complica ulteriormente la situazione per Carlos Sainz. L’ufficialità appena arrivata rovina i piani del pilota Ferrari

L’ufficialità che non ti aspetti. Un accordo inatteso in Formula 1 anche fra gli addetti ai lavori, in primis i piloti. E tra questi anche Carlos Sainz. A seguito di ciò, lo spagnolo vede come chiusa una delle sue grandi opzioni per il prossimo futuro.

Sainz firma Formula 1
Tutto da rifare per Carlos Sainz (foto Ansa) Sportitalia.it

Il futuro di Carlos Sainz è sempre meno chiaro ogni giorno che passa. Il madrileno, sarà costretto a lasciare la Ferrari al termine di questa stagione ed è, almeno sulla carta, uno dei piloti più richiesti nel mercato della Formula 1. o almeno così sembrava. A poco a poco, infatti, le opportunità stanno sfumando.

L’ultima in ordine di tempo è la Red Bull, uno dei posti a cui Sainz aspirava, che ha deciso di confermare a Sergio ‘Checo’ Perez. Un epilogo sorprendente che la scuderia anglo-austriaca aveva già preannunciato con un post ammiccante sui social in vista di un possibile annuncio che poi, puntualmente, è arrivato.

Una firma ufficiale che rovina tutti i piani di Sainz

Perez, che ha ottenuto cinque vittorie e 29 podi da quando gareggia per la Red Bull, continuerà ad essere il partner dell’attuale campione del mondo, Max Verstappen, nel caso in cui l’olandese non dovesse partire.

Perez ha rilasciato le sue prime dichiarazioni dopo l’annuncio del rinnovo e ha mostrato la sua felicità per continuare alla Red Bull. “Sono molto felice di affidare il mio futuro a questa grande squadra. – ha detto ricolmo di gioia – È una sfida come nessun’altra correre con la Red Bull. Sono felice di restare qui per continuare il nostro viaggio insieme e contribuire alla grande storia di questa squadra per altri due anni”.

Sergio Perez rinnovo Red Bull
Sergio Perez proseguirà con Red Bull (foto LaPresse) – Sportitalia.it

L’altra faccia della medaglia è che questa firma rovina tutto a Carlos Sainz che ambiva a un futuro in un top team come la Red Bull. Sebbene il madrileno pare sia stato seguito da vicino dai leader dei vertici tecnici della Red Bull, alla fine non è stato scelto per competere con il tre volte campione di Formula 1.

Inevitabilmente, ora, Sainz dovrà optare per altre opportunità, cosa che diventa sempre più complicata con il passare delle settimane.Al momento molte porte si stanno chiudendo. La Williams potrebbe essere una delle opzioni o anche l’Audi, che non si è ancora arresa, nonostante la risposta del pilota tarda ad arrivare. Sainz deve decidersi e anche in fretta. Di tempo a disposizione ce n’è sempre meno. Resta poco da sapere su una decisione che sta attirando molta immarcescibile attenzione nel sempre esigente mondo della Formula 1.

Impostazioni privacy