Verona-Roma 3-2, Highlights, Voti e Tabellino: primo tonfo giallorosso

229

Partita splendida al Bentegodi tra Verona e Roma con tanti gol, tantissime occasioni e almeno due reti che possono entrare negli highlight della stagione, prima sconfitta per la squadra di Mourinho

Verona Roma
Partita durissima tra Verona e Roma: Mkhitaryan afronta Barak (Getty Images)

Lo aveva detto Mourinho cercando di tenere calmo un ambiente anche troppo entusiasmante dopo sei vittorie consecutive: arriveranno i momenti in cui le cose andranno anche storte e dovremo dimostrare di essere squadra.

Verona-Roma, la partita

E la Roma alla quarta giornata di Serie A scopre che non si può sempre vincere. C’è Igor Tudor sulla panchina del Verona, al suo esordio al posto dell’esonerato Di Francesco.

Si gioca sotto una pioggia insistente che con il passare dei minuti diventerà prima nubifragio e poi grandine. Verona decisamente più convincente in partenza, un avviamento lento quello della Roma simile a quello visto in coppa contro il CSKA Sofia che non piace a Mourinho. Tant’è che l’Hellas rischia a più riprese di trovare il gol del vantaggio, prima con Simeone e poi con Lazovic. Episodiche le occasioni della Roma che colpisce comunque una gran traversa su calcio di punizione con Pellegrini. La gemma di Pellegrini però è al 35’, con un sontuoso colpo di tacco che, sotto la grandine, incontra il cross dalla destra di Karsdorp e si insacca.

La pioggia tralascia, il campo pur allentato tiene. Sarà il cambio di Ceccherini per Magnani, o il fatto che accanto al Bentegodi spunta un mezzo arcobaleno. Ma il Verona parte molto bene e trova subito il pareggio con Barak che mette in gol una corta respinta di Rui Patricio. Sull’onda dell’entusiasmo i padroni di casa vanno addirittura in vantaggio con una prodezza di Caprari, conclusione precisissima con un destro delizioso dal limite dell’area. Partita davvero molto bella e apertissima: anche perché le difese di entrambe le squadre sono tutt’altro che blindate. Nuovo capovolgimento di fronte con Pellegrini che appoggia ad Abraham, Ilic nel tentativo di anticipare l’avversario insacca nella sua porta, 2-2.  In una partita davvero imprevedibile e divertentissima c’è spazio per un altro capolavoro. Faraoni insacca dal limite un meraviglioso tiro all’incrocio, perfetto per preparazione ed esecuzione.

Verona Roma Faraoni
Decisivo il gol di Faraoni nella vittoria del Verona (Getty Images)

Finale pirotecnico

Gara davvero vivacissima, forse una delle più belle in assoluto di questa Serie A: la Roma attacca con Mourinho che manda in campo nell’ultima mezz’ora El Shaarawy, Mkhitaryan e Perez ma è ancora Rui Patricio a salvare il quarto gol su un’altra zampata di Caprari. 

La Roma si riversa in avanti rischiano molto in contropiede. Divertente l’immagine di Mourinho che spedisce in campo anche i ‘pizzini’ con le ultime indicazioni tattiche. Ma non bastano. La Roma subisce la prima sconfitta stagionale e Tudor, al suo esordio sulla panchina della Roma, porta a casa una vittoria importantissima.

LEGGI ANCHE > Lazio-Cagliari 2-2, Highlights, Voti e Tabellini: Immobile non basta

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI VERONA ROMA

Il tabellino

VERONA-ROMA 3-2
35′ Pellegrini 49′ Barak 53′ Caprari 57′ A. Ilic 62′ Faraoni
HELLAS VERONA (3-4-1-2): Montipò 6; Dawidowicz 6.5, Gunter 7, Ceccherini 5.5 (45′ Magnani 6.5); Faraoni 7, Ilic 6.5, Barak 6.5, Lazovic 6 (82′ Casale); Bessa 5.5 (64′ Tameze 6);  Caprari 7.5 (77′ Hongla 6), Simeone 6 (64′ Kalinic 6).
ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio 6.5, Karsdorp 6.5 (77′ Smalling 6), Mancini 5, Ibanez 5, Calafiori 5.5 (77′ Borja Mayoral 5.5); Veretout 5.5 (65′ Perez 5.5), Cristante 5.5; Zaniolo 5.5 (65′ El Shaarawy 5.5), Pellegrini 7.5, Shomurodov 5.5 (65′ Mkhitaryan 6),  Abraham 5.5.
Ammoniti: Veretout, Faraoni, Cristante, Hongla, Casale