Calciomercato Juventus, retroscena Donnarumma: nessuno lo sapeva!

615

Calciomercato Juventus, retroscena Donnarumma: nessuno lo sapeva! Il portierone azzurro alla fine si è accasato al Psg

Gigio Donnarumma
Gigio Donnarumma con la maglia della Nazionale (Foto: Getty)

E’ stato uno dei tormentoni dell’estate appena conclusa. Gianluigi Donnarumma non ha rinnovato il suo contratto con il Milan e si è accasato al Psg. I francesi hanno deciso di costruire una squadra piena di stelle e al centro del progetto hanno inserito anche il portierone della Nazionale. In realtà per ora Pochettino non lo ha fatto partire titolare, preferendogli Keylor Navas, probabilmente per gerarchie di spogliatoio, ma di certo il futuro è suo. Sulle sue tracce non è un mistero come ci fosse anche la Juventus, bisognosa di rinverdire un ruolo lasciato orfano negli ultimi anni da Buffon. Sczcesny ha sempre fatto il suo nelle recenti stagioni, ma non ha mai convinto a pieno. Per costruire un futuro solido i bianconeri avrebbero voluto il numero 1 azzurro e ne hanno parlato con Mino Raiola ha più riprese. Dopo aver comunicato al Milan che non avrebbe rinnovato, Donnarumma ha ascoltato diverse proposte, alcune provenienti anche dalla Spagna (Real Madrid e Barcellona).

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, super colpo in arrivo: Allegri è entusiasta

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Inzaghi trema: il Real piomba su un big della rosa

Calciomercato Juventus, retroscena Donnarumma: troppo alta la commissione di Raiola

Mino Raiola
Mino Raiola (Foto: Getty)

Un campione di questa levatura a parametro zero fa gola a tutti e la lista dei pretendenti si è inevitabilmente allungata. La Juve è scivolata indietro nelle gerarchie, proprio in base all’offerta economica presentata al ragazzo, inferiore rispetto ai 12 milioni di euro netti l’anno garantiti poi dal Psg. Ma a bloccare definitivamente ogni discorso di approdo a Torino sarebbe stata la commissione monstre da versare al procuratore.

Secondo quanto riferito dal quotidiano AsMino Raiola in cambio del suo trasferimento gratuito voleva una cifra superiore ai 20 milioni. Praticamente come il pagamento di una parte del cartellino. Le condizioni finanziarie della ‘Vecchia Signora‘ non hanno consentito di assecondare tale richiesta, facendo sfumare l’operazione. Vedendo le prestazioni di Sczcesny in queste prime uscite i tifosi bianconeri qualche recriminazione ce l’hanno e con loro anche Allegri.