Motocross, l’Italia vince il Trofeo delle Nazioni dopo diciannove anni

310

Grande impresa della squadra azzurra di motocross che consente a Tony Cairoli di vincere l’ultimo trofeo che ancora gli mancava

Motocross Nazioni Cairoli
Antonio Cairoli vince per la prima volta in carriera il Trofeo delle Nazioni (Getty Images)

Una vittoria da cardiopalma, che si concretizza solo all’ultimo giro dell’ultima gara dopo un lunghissimo inseguimento: e per un solo punto. Festeggiata dal pubblico della “Tazio Nuvolari” di Mantova con grande entusiasmo.

Motocross, anche il Nazioni è azzurrro

L’Italia torna a vincere il Trofeo delle Nazioni di motocross. Un successo inseguito con ostinazione per diciannove anni cui la squadra azzurra era andata vicino in più di un’occasione. L’unico trofeo dopo quelli di MXGP e MX2 che ancora mancava a Tony Cairoli per rendere la sua carriera davvero straordinaria.

L’Italia ha battuto di solo un punto l’Olanda. Decisivo non solo il secondo posto di Tony Cairoli, scatenato dopo la bruttissima caduta che la settimana scorsa lo aveva costretto a lunghi controlli in ospedale per un sospetto trauma cranico e cervicale.

LEGGI ANCHE > Formula 1 Sochi, tra pioggia e strategia vince Hamilton, terzo Sainz

Motocross Nazioni Cairoli
Cairoli, secondo nella gara decisiva del Trofeo delle Nazioni (Getty Images)

L’impresa di Lupino

Se gran parte del merito va a Cairoli, protagonista di una serie di prestazioni straordinarie con la sua KTM, l’impresa decisiva spetta a “Lupo”, Alessandro Lupino. Rider inserito nella categoria Open, penalizzato di dieci posizioni per avere evaso il tracciato in una partenza molto complicata e con tanti contatti, Lupino ha dato vita a un inseguimento senza tregua superando a uno a uno tutti i suoi avversari fino al traguardo. E quel 17esimo posto finale in gara #3 è sufficiente all’Italia per scavalcare la squadra Orange, che aveva piazzato Herlings al primo posto e Coldenhoff al terzo.

La vittoria italiana di Caroli, Lupino (Open) e Mattia Guadagnini (MX2), ottenuta su una pista pesantissima e sotto una pioggia battente che è proseguita per tutta la durata della gara. L’Italia non vinceva il Trofeo delle Nazioni dal 2002 quando a Bellepuig furono Andrea Bartolini, Alessio Chiodi e Alex Puzar a riportare nel nostro paese il prestigioso trofeo che esiste dal 1947. Per l’Italia è la terza vittoria assoluta.